Home » Italia, Nautica, News, Porti, Trasporti » MIT: Sbloccati 250 milioni per il rinnovo flotte navali adibite a Tpl

MIT: Sbloccati 250 milioni per il rinnovo flotte navali adibite a Tpl

Si potrà accedere direttamente o con società specializzate al fondo istituito presso il Mit

Con lo schema di provvedimento Mit che è stato predisposto con le Regioni e il Comando Generale delle Capitanerie di porto  abbiamo sbloccato in Conferenza Unificata Stato-Regioni, 250 milioni – per gli anni 2020-2030 – per il rinnovo della Flotta delle unità navali adibite ai servizi di trasporto pubblico locale.

Questo consentirà di adeguare il parco mezzi destinato al trasporto pubblico locale e regionale, con una particolare attenzione a persone con ridotta mobilità. Al Fondo, istituto presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, si potrà accedere direttamente o attraverso società specializzate.

Uno stanziamento che si aggiunge ai 260 milioni già investiti per il periodo 2017-2030. Inoltre, la Puglia e l’Umbria potranno beneficiare – complessivamente – di 450 mila euro per effetto della rinuncia di altre Regioni, mentre l’investimento per la laguna di Venezia – che potrà dotarsi di nuovi mezzi – è di circa 63 milioni di euro. Una risposta chiara alle tante richieste avanzate.

Leggi anche:

  1. SOMEC: nuove commesse navali, ordini per oltre 18 milioni di euro
  2. Lezzi: 220 milioni per il CIS della Capitanata e 300 milioni per le Zes nel prossimo triennio
  3. Tasse portuali: sfiorati nel 2018 i 45,35 milioni, in aumento del 2,76% sul 2017. La crescita è stata di 1,53 milioni
  4. Porto di Livorno: rinnovo della concessione per Lorenzini
  5. Porto di Gioia Tauro: sbloccati 5,8 milioni di euro

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=65356

Scritto da Redazione su ago 2 2019. Archiviato come Italia, Nautica, News, Porti, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab