Home » Ambiente, Italia, Marinas, News, Porti » AdSP MDS: Parte la linea dura contro l’abbandono dei rifiuti in area demaniale

AdSP MDS: Parte la linea dura contro l’abbandono dei rifiuti in area demaniale

L’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna interviene contro l’abbandono selvaggio dei rifiuti. Questa mattina, in località su Siccu, nel piazzale retrostante alla fiera di Cagliari, la società A.P. Eco Services Srl, vincitrice della gara d’appalto bandita dall’Ente, ha avviato i lavori di raccolta e conferimento in discarica delle tonnellate di rifiuti abbandonati nell’arco di alcune settimane da cittadini privi del benché minimo senso civico.

Nel corso delle vacanze estive, proprio nel piazzale che si affaccia su una parte pregiata del golfo cagliaritano – un’area di circa 3 mila e 500 metri quadri di competenza dell’AdSP – sono comparsi cumuli di immondizia, residui di ristrutturazioni (controsoffittature e impianti di condizionamento) e pneumatici. Rifiuti che, a seguito delle segnalazioni di alcuni cittadini e dei sopralluoghi del personale dell’Autorità di Sistema Portuale, verranno rimossi, proprio a partire da oggi, per i prossimi 5 giorni di lavoro dalla ditta specializzata incaricata.

Un intervento, quello dell’AdSP che, chiaramente, avrà un costo per le casse dell’Ente. Ammonta, infatti, a 15 mila e 600 euro l’importo dei lavori commissionati alla A.P. Eco Services Srl. Cifra che, considerato il fenomeno crescente, verrà integrata per un ulteriore intervento di installazione di telecamere di videosorveglianza che verranno posizionate nelle zone demaniali più a rischio. “Ancora una volta – dice Massimo Deiana, Presidente dell’AdSP del Mare di Sardegna – ci vediamo costretti ad intervenire per sanare situazioni di degrado frutto dell’inciviltà di pochi.

L’area in questione rischiava di trasformarsi, in poco tempo, in una vera e propria discarica a cielo aperto, dove poter conferire, a costo zero, ogni tipo di rifiuto. Mi auguro che quello odierno sia l’ultimo intervento straordinario di pulizia che andremo a commissionare e confido nel senso civico dei cittadini affinché segnalino alle autorità competenti eventuali trasgressori”. Tolleranza zero, quella dell’AdSP, per tutti i porti di sistema.

“Così come già predisposto in alcune aree demaniali a rischio del Nord e del Sud dell’Isola – conclude Deiana – stiamo procedendo, anche in questo caso, all’installazione di apposite telecamere di videosorveglianza, che saranno collegate agli uffici della Security portuale, in alcuni punti nevralgici della zona di Su Siccu. Una linea dura, ma necessaria, grazie alla quale, siamo certi, riusciremo a preservare il decoro degli spazi ad uso comune riservati a tutta la cittadinanza”.

Leggi anche:

  1. AdSP MAM: In ordine alla valutazione negativa da parte della commissione VIA nazionale sulla cassa di colmata
  2. Commissione Ambiente: Audizioni su raccolta rifiuti solidi dispersi in mare
  3. Raccolta dei rifiuti solidi dispersi in mare, audizioni di ARERA, ANCI e ANPCI – Oggi alle 14,30 diretta webtv
  4. Porto di Venezia: abbandono della linea diretta Far East costerà 10 milioni di euro all’anno
  5. A Genova primo progetto nazionale per il riciclo dei rifiuti

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=66133

Scritto da Redazione su ago 30 2019. Archiviato come Ambiente, Italia, Marinas, News, Porti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato allo shipping con un focus sul soccorso in mare e sulla Brexit, il ruolo del porto di Salerno e la "Barletta marinara". Poi un approfondimento sui fari di Brindisi ed uno sul trasporto ad emissioni zero con Emma. E ancora, approfondimenti sulle crociere e sulla sicurezza nei nostri porti.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab