Home » Italia, News, Porti » I 300 ANNI DEL PORTO FRANCO DI TRIESTE CELEBRATI CON UNA TAZZINA ARTISTICA ILLYCAFFÈ

I 300 ANNI DEL PORTO FRANCO DI TRIESTE CELEBRATI CON UNA TAZZINA ARTISTICA ILLYCAFFÈ

Presentata al TID una serie esclusiva e limitatissima, omaggio all’istituzione portuale, da sempre motore economico della città

Trieste– Una tazzina speciale, iconica, che ricorda i colorati container che riempiono il Porto, è l’omaggio creativo di illycaffè al trecentesimo anniversario dell’istituzione del Porto Franco di Trieste. Una serie esclusiva, in edizione limitatissima, presentata dall’art director illycaffé Carlo Bach agli ospiti internazionali e nazionali che hanno partecipato al “Trieste Intermodal Day – TID”, incubatore su logistica e intermodalità europea del futuro, appuntamento annuale lanciato ieri per la prima volta dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale al Magazzino 42 del Molo Bersaglieri.

Omaggio al porto di Trieste, istituzione che per tre secoli ha rappresentato e continua a rappresentare il motore economico della città, la tazzina celebrativa illy valorizza la vocazione territoriale triestina e insieme una delle sue più conosciute eccellenze, il caffè, attraverso il linguaggio multiforme dell’arte. Dal 1992 infatti illy ospita sulle sue celebri tazzine l’opera di artisti internazionali, giunti ormai a superare quota 100. Decorata dal team creativo interno a illy, che ha dato al piattino una particolare forma allungata che ricorda lo scafo di una nave, la tazzina celebrativa rappresenta, attraverso il colore, la logistica e l’intermodalità, fiori all’occhiello dello scalo giuliano, attività capaci di rendere Trieste sin dall’epoca austro ungarica un vivace crocevia commerciale.

“Siamo onorati che una eccellenza del territorio come illycaffè abbia deciso di celebrare con una delle sue famose tazzine d’autore il porto di Trieste in occasione del trecentesimo anniversario del Porto Franco”  ha commentato il presidente dell’Authority Zeno D’Agostino. “Essere omaggiati da questo oggetto speciale è per noi motivo di vanto e segnale concreto che il Porto vive anche attraverso  le relazioni con la città e con il suo tessuto imprenditoriale. Il TID appena conclusosi, così come i colorati container raffigurati nella tazzina, è stato veicolo di ispirazione e creatività,  necessari per estendere idee e suggestioni ad un hinterland sempre più ampio, cittadino, nazionale, europeo e globale” conclude D’Agostino.

Nato dalla volontà dell’Authority di proporre un evento capace di convogliare a Trieste i principali player della logistica internazionale, il TID è una rielaborazione del celebre format statunitense TED (Technology Entertainment Design), ovvero una formula di interlocuzione che si evolve sino alla “contaminazione”. Nel TID gli aspetti scientifico-tecnologici, i modelli di business, l’Information Technology, l’intelligenza artificiale o la filosofia “contaminano” la visione della logistica e dell’intermodalità del futuro. Circa 300 tra amministratori delegati, presidenti, prime linee di aziende italiane e internazionali nella giornata-evento in lingua inglese di ieri hanno ascoltato i contributi di ampio respiro sul futuro della logistica e della connettività, allietati dall’orchestra European Spirit of Youth Orchestra – ESYO, che raccoglie giovani talenti provenienti da tutta Europa.

La giornata-evento “Trieste Intermodal Day – TID” è parte del ricco palinsesto di eventi organizzato dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale per ricordare l’istituzione del Porto Franco da parte dell’Imperatore Carlo VI nel 1719. I dettagli dell’evento e la biografia dei relatori del TID sono descritti per esteso nel sito web dedicato https://www.triesteintermodalday.it/

Leggi anche:

  1. AL VIA LE CELEBRAZIONI PER I 300 ANNI DELLA FONDAZIONE DEL PORTO FRANCO DI TRIESTE
  2. Porto di Trieste: da porto franco a aggregatore di innovazione
  3. Porto di Trieste: Delrio passa la gestione del Punto Franco all’Authority
  4. Porto di Trieste: dalla Regione assenso a trasferimento del Punto franco
  5. IL PORTO FRANCO DI TRIESTE SPIEGATO AGLI IMPRENDITORI

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=67182

Scritto da Redazione su set 20 2019. Archiviato come Italia, News, Porti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab