Home » Infrastrutture, Italia, Nautica, News, Porti, Trasporti » GRIMALDI HOLDING AFFIDA A SAN GIORGIO DEL PORTO LA COMMESSA PER L’INSTALLAZIONE DI SCRUBBER SU DUE UNITA’ GEMELLE RO-PAX

GRIMALDI HOLDING AFFIDA A SAN GIORGIO DEL PORTO LA COMMESSA PER L’INSTALLAZIONE DI SCRUBBER SU DUE UNITA’ GEMELLE RO-PAX

Genova– È arrivata a San Giorgio del Porto la M/N “Forza”, la prima delle due Unità Ro-Pax di Grimaldi Holding affidate ai cantieri genovesi per l’installazione dei cosiddetti “scrubber”, una tecnologia di abbattimento delle emissioni. La Nave farà il suo ingresso in bacino domani.

La funzione degli impianti scrubber è quella infatti di effettuare un lavaggio dei gas di scarico con acqua. Questi ultimi vengono convogliati in una torre collocata in ciminiera dove viene pompata e spruzzata acqua di mare. Lo zolfo presente nel combustibile, e quindi nei gas di scarico, viene assorbito dall’acqua, riducendo le emissioni.

Il Traghetto “Forza” – sul quale verranno installati scrubber open-loop hybrid-ready, ovvero predisposti a modifiche successive per una transizione verso il closed-loop – resterà nel bacino di San Giorgio del Porto per 35 giorni, al termine dei quali avrà inizio la fase di test sulla tecnologia installata.

A gennaio 2020, la Nave “Forza” sarà seguita dalla sua gemella “Tenacia” sulla quale verranno apportate le stesse migliorie tecniche.

L’installazione degli scrubber sulle due Unità impiegherà oltre 150 addetti che, congiuntamente, eseguiranno anche in lavori di dry dock e di modifica di alcuni impianti Nave.

Con questo importante aggiornamento tecnico si conferma la vocazione di Grimaldi Holding, da sempre, particolarmente attenta alla tutela dell’ambiente e alla sostenibilità della propria Flotta. Oltre alle applicazioni degli scrubber, GH è stata infatti la prima Compagnia Italiana di Ferry-Cruise ad aver equipaggiato, nel 2017, le proprie Unità con l’impianto di trattamento delle acque di zavorra.

“Le caratteristiche che contraddistinguono i Ferry-Cruise di Grimaldi Holding – velocità, capacità e flessibilità di carico – unite all’attenzione per aggiornamenti e migliorie degli standard sia tecnici che “green”, hanno consentito al Gruppo di avere, in questi anni, le attenzioni e la collaborazione dalle maggiori Compagnie di Navigazione Internazionali ad alcune delle quali le Navi sono noleggiate con contratti a lungo termine.”

“È una grande soddisfazione per noi essere partner di un progetto di ammodernamento che promuove la sostenibilità del trasporto marittimo”, ha commentato Manolo Cavaliere, Commercial Manager di San Giorgio del Porto. “Siamo convinti che questa collaborazione contribuisca allo sviluppo di sinergie su aspetti importanti come l’innovazione e il rispetto dell’ambiente, dimostrando che l’intero sistema sta andando nella direzione giusta”.

Leggi anche:

  1. CONFITARMA: CORDOGLIO PER LA SCOMPARSA DI GIORGIO SQUINZI
  2. RFI, STRETTO DI MESSINA: AFFIDATA LA COMMESSA PER LA COSTRUZIONE DELLA NUOVA NAVE TRAGHETTO
  3. Nel porto di Bari arrivano due nuove unità navali del gruppo Grimaldi
  4. San Giorgio del porto: nuova commessa nell’offshore
  5. Porto di Genova: San Giorgio del Porto lavora al refitting

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=68250

Scritto da Redazione su ott 9 2019. Archiviato come Infrastrutture, Italia, Nautica, News, Porti, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab