Home » Italia, Nautica, News, Porti, Trasporti » La Regione Friuli Venezia Giulia si avvale di Barcolana per informazione e orientamento

La Regione Friuli Venezia Giulia si avvale di Barcolana per informazione e orientamento

Trieste- Sono tutte alla ricerca di figure professionali da assumere attraverso inserimenti mediati da percorsi di stage o tirocini, oppure direttamente, le sei aziende del settore navale che hanno preso parte all’odierno incontro di orientamento tenutosi a Trieste nell’ambito dell’iniziativa “La Regione a Barcolana: formazione, giovani e lavoro in FVG”. Si tratta di Fincantieri, Wartsila, Trieste Marine Terminal, Sultan, Samer&Co. Shipping e Costa Crociere, i cui manager e responsabili delle risorse umane hanno illustrato le possibilità di lavoro a una folta platea di studenti degli ultimi anni delle scuole superiori triestine.

Le aziende hanno spiegato quali sono i profili che ricercano e quali sono le competenze trasversali preferite in relazione al tipo di lavoro offerto, che in alcuni casi richiede l’adattamento a turni o al lavoro all’estero. Se è sempre imprescindibile la conoscenza dell’inglese per certe attività, come per chi si imbarca o di impegna nel settore delle spedizioni, la seconda lingua è comunque un vantaggio aggiuntivo. Gli esperti delle risorse umane hanno evidenziato quanto siano importanti la capacità di adattamento, di problem solving e di saper lavorare in gruppo, talvolta in contesti multinazionali e multiculturali.

Da parte della direzione Lavoro della Regione è stato rivolto l’invito a studenti, inoccupati e disoccupati ad approcciarsi con fiducia ai Centri per l’impiego dislocati sul territorio del Friuli Venezia Giulia dove chi persegue l’inserimento lavorativo vede attivati percorsi personalizzati. Servire le imprese che cercano personale ed essere al servizio di chi cerca lavoro sono due facce della stessa medaglia e di un medesimo impegno, è stato assicurato dalla direzione Lavoro: le due attività vengono sviluppate dalla Regione in maniera perfettamente simultanea, allineata e complementare.

Il programma de La Regione a Barcolana proseguirà domani alle 10 nella sala Predonzani del palazzo della Regione a Trieste ingresso da via dell’Orologio) con la presentazione del corso per operatore di call center socio sanitario promosso con Televita Servizi integrati di teleassistenza.

Giovedì la sala Predonzani ospiterà, sempre alle 10, la presentazione del corso per operatori di agenzia immobiliare finanziato dalla Regione in collaborazione con Fiaip (Federazione italiana agenti immobiliari professionali) e della Fimaa (Federazione italiana mediatori agenti d’affari), mentre alle 18 l’hotel Savoia sarà teatro di un workshop organizzato in collaborazione con gli ordini e collegi professionali del Friuli Venezia Giulia sul tema della libera professione.

Venerdì 11 ottobre alle 10, infine, di nuovo alla sala Predonzani del Palazzo della Regione le aziende Zudek (impianti di refrigerazione) e Narnew (saldatura di precisione) illustreranno insieme al Centro per l’impiego di Trieste il corso per saldatori. ARC/PPH/fc

Foto: Montenero

Leggi anche:

  1. Regione Friuli Venezia-Giulia: Scoccimarro, siglato protocollo per gestire rifiuti in mare
  2. Friuli Venezia Giulia: Pizzimenti, per Barcolana collegamenti fitti e coordinati
  3. Friuli Venezia Giulia-Cantieristica: Callari, importante collaborazione Regione-Fincantieri
  4. Sport: Barcolana rappresenta il Friuli Venezia-Giulia in Italia e nel mondo
  5. La Regione Friuli Venezia Giulia studia una “no tax area” per il porto di Trieste

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=68267

Scritto da Redazione su ott 9 2019. Archiviato come Italia, Nautica, News, Porti, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab