Home » Ambiente, Italia, Nautica, News, Porti, Trasporti » IL MARE DI ROMA INVASO DAI DRONI: A OSTIA IL “SEA DRONE TECH SUMMIT”

IL MARE DI ROMA INVASO DAI DRONI: A OSTIA IL “SEA DRONE TECH SUMMIT”

DA DOMANI IL CONGRESSO SUI NUOVI ROBOT SOTTOMARINI, NAVALI E AEREI

I lavori saranno trasmessi in diretta streaming da Drone Channel Tv

Roma-Il mare di Roma sarà invaso dai droni. Tutto è pronto a Ostia per il “Sea Drone Tech Summit 2019”, seconda edizione dell’unico congresso in Italia dedicato ai droni e ai sistemi robotici per impiego marino e subacqueo, che si svolgerà da domani 29 a mercoledì 30 ottobre. L’evento sarà ospitato per la parte congressuale dal Polo Natatorio di Ostia, centro federale della Federazione Italiana Nuoto, e per le prove in mare dal Porto Turistico di Roma. Alla cerimonia inaugurale interverranno, tra gli altri, la presidente del Municipio Roma X, Giuliana Di Pillo, e il direttore del Dipartimento di Ingegneria dell’Università Roma Tre, Andrea Benedetto.

Il programma dell’evento (disponibile online su https://seadrone.it/programma) vedrà 25 relazioni di altissimo livello, suddivise in tre sessioni: droni e robot subacquei, droni navali di superficie, droni aerei per impiego marino. Oltre 200 i partecipanti che si sono già registrati. Prevista anche un’ampia area espositiva con gli stand di università, centri di ricerca e aziende specializzate. Si svolgeranno pure dimostrazioni operative in vasca e in mare di nuovi modelli di droni e robot marini. I lavori del congresso saranno trasmessi in diretta streaming sul canale online di Drone Channel Tv: https://www.youtube.com/c/DroneChannelTV/live.

“Questa seconda edizione del ‘Sea Drone Tech Summit’ ha fatto registrare un’importante crescita, sia per il numero dei relatori, che per la partecipazione di esperti e professionisti del settore”, ha sottolineato l’organizzatore Luciano Castro. “Il nostro congresso fornirà una panoramica approfondita e aggiornata sullo stato dell’arte in Italia nel settore dei droni e dei robot marini, consentendo anche alla community nazionale dei ‘sea drone’ di incontrarsi e di creare nuove opportunità di collaborazione e di business. Il futuro della Blue Economy, anche nel nostro Paese, vedrà infatti una notevole crescita delle applicazioni civili e militari di queste sofisticate macchine marine unmanned”.

Il “Sea Drone Tech Summit 2019” è promosso dal Municipio Roma X e dal Dipartimento di Ingegneria dell’Università Roma Tre e organizzato dall’associazione Ifimedia e dalla società Mediarkè. Il congresso ha ricevuto i patrocini dei ministeri della Difesa e dello Sviluppo Economico, della Regione Lazio e di CNR, ENEA, OGS e RINA. Sponsor è il consorzio europeo SARA, che ha sviluppato un drone aereo vincolato per il soccorso in mare, con il contributo anche delle aziende italiane TopView e Sistematica e dell’Università di Firenze.

Numerosi gli espositori che presenteranno a Ostia i loro droni e robot marini: Codevintec, Connex Italiana, Consorzio Proambiente, Eurolink Systems, GreenTech Solution, INM, ISME, MDM Team, Nido Robotics, Novacavi, Rovcraft, The SARA Project, Università di Firenze, Università di Verona. Relatori e partecipanti, provenienti da tutta l’Italia, saranno ospitati presso due prestigiosi alberghi sul lungomare di Ostia, il Fly Decò e l’Aran Blu. Partner assicurativo dell’evento è CABI Broker.Tutte le info sull’evento sono disponibili su www.seadrone.it.

Leggi anche:

  1. Sea Drone Tech Summit 2019
  2. UNA BARCA-DRONE ITALIANA NAVIGA NELL’ATLANTICO VERSO CUBA
  3. IMMIGRAZIONE: DRONI PER IL MONITORAGGIO DEI BARCONI E IL SOCCORSO IN MARE
  4. DRONI SUL MARE CONTRO LE PLASTICHE GALLEGGIANTI E L’EROSIONE COSTIERA
  5. EROSIONE COSTIERA: PROGETTO AD ANZIO PER IL MONITORAGGIO CON DRONI

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=69407

Scritto da Redazione su ott 28 2019. Archiviato come Ambiente, Italia, Nautica, News, Porti, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato allo shipping con un focus sul soccorso in mare e sulla Brexit, il ruolo del porto di Salerno e la "Barletta marinara". Poi un approfondimento sui fari di Brindisi ed uno sul trasporto ad emissioni zero con Emma. E ancora, approfondimenti sulle crociere e sulla sicurezza nei nostri porti.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab