Home » Ambiente, Cultura, Italia, News, Porti » Ministero dell’Ambiente-Costa a Ecomondo: “Da gennaio nasce la Direzione ad hoc sull’economia circolare”

Ministero dell’Ambiente-Costa a Ecomondo: “Da gennaio nasce la Direzione ad hoc sull’economia circolare”

“Dobbiamo cogliere l’occasione unica di coniugare economia e ambiente”

Rimini- “Con orgoglio italiano inauguro una delle manifestazioni più grandi al mondo sulla green economy, che ospita 1300 aziende. Questo vuol dire che qui a ‘Ecomondo’, a Rimini, l’Italia c’è, con le sue tecnologie, con le sue idee”.

Così il ministro dell’Ambiente Sergio Costa al taglio del nastro di “Ecomondo”, stamane a Rimini.

“Una green Italy esiste – ha proseguito il ministro – e la politica deve prenderne coscienza. Il rischio che non dobbiamo correre è che la politica rimanga dietro la scrivania. Ma se con il Green New Deal abbiamo previsto 55 miliardi di euro per 15 anni per l’ambiente, vuol dire che finalmente c’è una visione più ampia che va oltre il singolo ministro. Questo fa sì che economia e ambiente procedano insieme”.

Costa ha poi sottolineato che “qui si celebra il confronto e il dialogo. Dobbiamo essere estremamente operativi. In me troverete un interlocutore che si interfaccia con chiunque”.

Agli Stati generali della green economy su “Green New Deal e sfida climatica: obiettivi e percorso al 2030″, il ministro ha evidenziato l’importanza di cogliere l’occasione unica di coniugare economia e ambiente grazie anche ai quattro provvedimenti legislativi in corso di approvazione: il decreto Clima, la legge di stabilità, la Nadef e il collegato ambientale. “Qualcosa sta iniziando a cambiare – ha affermato. C’è qualcosa di nuovo. Finalmente si sta parlando in maniera evolutiva di ambiente, finalmente si sta parlando di sviluppo ecosostenibile. Oggi c’è una risposta: iniziamo a declinarla positivamente”.

Rivolgendosi alle imprese, il ministro ha detto che “domani in Cdm sarà approvato il decreto della presidenza del Consiglio dei ministri di riordino del ministero dell’Ambiente, che istituisce la Direzione generale per l’economia circolare, con cui voi aziende potrete interfacciarvi. Sarà un riferimento normativo valido per declinare le norme sul territorio. Ecco, io penso che il dialogo e il confronto siano un’arma vincente”.

Leggi anche:

  1. DDL Salvamare, Costa: “Felice per approvazione Aula Camera, soddisfazione per lavoro Commissione Ambiente. Adesso approvazione rapida in Senato”
  2. L’ECONOMIA CIRCOLARE QUALE MODELLO DI SVILUPPO DEL TERRITORIO PUGLIESE. LIMITI E PROSPETTIVE
  3. Plastic free, in continua crescita le adesioni alla campagna del Ministero dell’Ambiente
  4. Salvamare: Costa, bene calendarizzazione Camera
  5. Al ministero dell’Ambiente nasce la Direzione per l’economia circolare

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=69841

Scritto da Redazione su nov 6 2019. Archiviato come Ambiente, Cultura, Italia, News, Porti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato allo shipping con un focus sul soccorso in mare e sulla Brexit, il ruolo del porto di Salerno e la "Barletta marinara". Poi un approfondimento sui fari di Brindisi ed uno sul trasporto ad emissioni zero con Emma. E ancora, approfondimenti sulle crociere e sulla sicurezza nei nostri porti.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab