Home » Ambiente, Infrastrutture, Italia, News, Porti, Trasporti » Porto Marghera avrà il deposito GNL

Porto Marghera avrà il deposito GNL

Venezia. La Venice LNG ottiene la compatibilità ambientale per il deposito di Lng a Porto Marghera. Ne parliamo perché il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha emanato (lo scorso 5 novembre) il primo Decreto di Compatibilità ambientale per il progetto di deposito di gas naturale liquefatto a Porto Marghera proposto dalla società Venice LNG; sito particolare che si presta a tutte le considerazioni pro/contro di una politica che si mostra lenta nelle decisioni.

Una notizia, quella della “compatibilità ambientale”, che la società ne rileva la validità di un progetto di un deposito costiero di Gnl, oggi utile a preservare l’ambiente; ci riferiamo a navi di nuova generazione e normative IMO 2020 in vigore dal prossimo primo gennaio.

Il progetto, supportato dall’AdSP del Mare Adriatico Settentrionale, è co-finanziato dalla Commissione Ue nell’ambito del programma CEF (Connecting Europe Facility) per 18,5 milioni di euro e per un investimento totale di circa 100 milioni di euro. Il deposito, strutturalmente, prevede lo stoccaggio di Lng del tipo della “small scale” con una capacità di 32.000 m³ in un’area lungo il Canale Industriale Sud di Porto Marghera: il gas naturale liquefatto arriverà al deposito su navi gasiere di piccola e media stazza (max 30.000 m³) e sarà distribuito con autocisterne e piccole  metaniere (bettoline).

Venice LNG ricorda che l’uso di Gnl genera importanti benefici ambientali: le emissioni di ossidi di zolfo sono ridotte del 95%; le polveri sottili del 90%, oltre alle riduzioni di ossidi di azoto e di anidride carbonica.  La Società comunica di attendere ora i prossimi passi dell’iter autorizzativo del progetto, che prevede il rilascio dell’autorizzazione unica da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, d’intesa con la Regione Veneto.

 

Abele Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. DEPOSITO GPL, COMUNE DI CHIOGGIA E AUTORITA’ DI SISTEMA AL MISE PER FARE CHIAREZZA
  2. Alla scoperta della “P” di Porto dell’Alfabeto di Marghera per lo sviluppo sostenibile
  3. Nota stampa dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale in merito al deposito GPL a Chioggia
  4. Da Marghera a Porto Marghera: ritorno al futuro
  5. Propeller Club of Venice: martedì 13 convegno su “Riconversione e bonifiche a Porto Marghera”

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=70325

Scritto da Abele Carruezzo su nov 18 2019. Archiviato come Ambiente, Infrastrutture, Italia, News, Porti, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato allo shipping con un focus sul soccorso in mare e sulla Brexit, il ruolo del porto di Salerno e la "Barletta marinara". Poi un approfondimento sui fari di Brindisi ed uno sul trasporto ad emissioni zero con Emma. E ancora, approfondimenti sulle crociere e sulla sicurezza nei nostri porti.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab