Home » Ambiente, Eventi, Italia, News, Porti, Trasporti » Mar Piccolo: un incontro nell’ambito di un progetto dell’Unione Europea presenta un innovativo impianto di bonifica sperimentato per la prima volta in Puglia

Mar Piccolo: un incontro nell’ambito di un progetto dell’Unione Europea presenta un innovativo impianto di bonifica sperimentato per la prima volta in Puglia

Taranto, martedì 3 dicembre

ore 9 Secondo Incontro di Networking (Sala degli Specchi, Palazzo di Città del Comune)

ore 12 Visita impianto (Cantieri Mancini)

Taranto- È partita dalla Puglia la sperimentazione di una tecnologia di microfiltrazione che fornisce una soluzione efficace, rispettosa dell’ecosistema, a basso costo e di facile utilizzo per il problema dei sedimenti inquinati che interessa l’area del Mar Piccolo di Taranto e migliaia di aree costiere del nostro Paese. Si tratta di un’importante iniziativa ambientale, denominata “Life4MarPiccolo” (LIFE14-ENV/IT/000461), che si svolge nell’ambito del programma di finanziamento europeo LIFE, con Enea in qualità di capofila di progetto, insieme all’Istituto di Ricerca sulle Acque del Consiglio Nazionale delle Ricerche (IRSA-CNR) Sede Secondaria di Taranto ed altri partner di eccezione.

L’impianto e il contesto dell’iniziativa saranno illustrati al territorio nel corso di un evento ufficiale di networking del progetto che presenterà lo stato di avanzamento insieme ad altre iniziative innovative realizzate in Italia per la bonifica dei sedimenti marini. L’incontro si terrà martedì 3 dicembre presso il Palazzo di Città del Comune di Taranto a cui seguirà la visita in loco (Località Tamburi – ingresso da Cantieri Mancini, Via delle Fornaci, 16).

I siti contaminati rappresentano, per molti Paesi Europei, una delle più gravi emergenze ambientali con cui confrontarsi ai nostri tempi. L’inquinamento di suolo, sottosuolo, sedimenti e acque, conseguenza di attività antropiche passate e recenti, compromette l’utilizzo delle risorse naturali e modifica gli equilibri degli ecosistemi. In questo scenario la realizzazione degli interventi di bonifica coinvolge aspetti interdisciplinari di carattere scientifico e tecnico, ma anche soprattutto politico ed economico che richiedono la partecipazione e la condivisione tra tutte le componenti istituzionali e sociale attive.

Ore 9.15

Benvenuto ai partecipanti

Saluto di Rinaldo Melucci – Sindaco della Città di Taranto

Saluto di Giuseppe Mascolo – Direttore dell’Istituto di Ricerca sulle Acque CNR – Sede Secondaria di Taranto

Saluto di Gennaro Capasso – Rappresentante del Commissario Straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto

Ore 9.30

Obiettivi e ricadute di un progetto con tecnologia risolutiva, a basso costo e sostenibile a beneficio del territorio e prospettive esponenziali di applicazione su scala nazionale

Gaetano Perrotta, Enea-Centro Ricerche Trisaia, Capoprogetto “Life4MarPiccolo”

Ore 10.00

Le attività del monitoraggio meta-omico – Primi risultati

Elio Fantini, Enea-Centro Ricerche Trisaia

Ore 10.15

Attività di monitoraggio e ottimizzazione dei parametri di esercizio dell’impianto

Magda Antonella Di Leo, Istituto di Ricerca sulle Acque CNR – Sede Secondaria di Taranto

Ore 10.30

ll nuovo impianto: tecnologia, innovazione, risultati attesi

Andrea Agnelli, Genelab srl

Ore 10.45

Presentazione delle attività di networking con altri progetti ambientali in corso di attuazione e proiezione di brevi video

Gennaro Capasso: “Presentazione delle attività del Commissario Straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto”

Giuseppe Mascolo: “Presentazione del progetto PON Taranto: Tecnologie e processi per l’Abbattimento di inquinanti e la bonifica di siti contaminati con Recupero di mAterie prime e produzioNe di energia TOtally green”.

Simona Rossetti: “Processi di biorisanamento in situ di siti inquinati: come bonificare con l’aiuto dei microrganismi”

Davide Bonora: “Presentazione del progetto TOSCA”

Nicola Cardellicchio: “Il monitoraggio e la bonifica degli ecosistemi marini”

Ore 12.00

Visita all’impianto del Mar Piccolo e dimostrazione del ciclo di trattamento presso il sito

Ore 13.00

Conclusioni

Leggi anche:

  1. Unione Europea: Taranto nella Top20 dei porti cargo
  2. Unione Europea: bocciato il progetto dei porti italiani
  3. Unione europea: le disposizione sulla pirateria
  4. Unione Europea: lotta per i corridoi internazionali
  5. Unione Europea: nel progetto Marco Polo anche l’interporto di Bologna

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=70764

Scritto da Redazione su dic 2 2019. Archiviato come Ambiente, Eventi, Italia, News, Porti, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato allo shipping con un focus sul soccorso in mare e sulla Brexit, il ruolo del porto di Salerno e la "Barletta marinara". Poi un approfondimento sui fari di Brindisi ed uno sul trasporto ad emissioni zero con Emma. E ancora, approfondimenti sulle crociere e sulla sicurezza nei nostri porti.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab