Home » Italia, Legislazione, Logistica, News, Porti, Trasporti » BORRACCINO: COME DALLA REGIONE RICHIESTO IL 13 NOVEMBRE, IL SOTTOGRETARIO TURCO HA CONFERMATO PER TARANTO LA ZONA FRANCA DOGANALE

BORRACCINO: COME DALLA REGIONE RICHIESTO IL 13 NOVEMBRE, IL SOTTOGRETARIO TURCO HA CONFERMATO PER TARANTO LA ZONA FRANCA DOGANALE

“Nel corso della presentazione del Piano Strategico per Taranto di sabato 14.12 , il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Sen. Mario Turco, ha confermato l’istituzione della Zona Franca Doganale per il capoluogo jonico. Questa misura, infatti, è contenuta nella manovra finanziaria in corso di approvazione in Parlamento e, pertanto, la sua concreta attivazione è prevista già dal prossimo gennaio.

Sono estremamente soddisfatto per questa notizia che, come ho già avuto modo di evidenziare, va certamente nella direzione da me indicata nella nota trasmessa al premier Giuseppe Conte lo scorso 13 novembre con la quale chiedevo al governo nazionale l’adozione di misure straordinarie per l’area di crisi industriale di Taranto, operando proprio sulla leva fiscale, per incentivare gli investimenti in tutta la provincia in modo da sostenerne la crescita economica e occupazionale.

La Zona Franca Doganale di prossima attivazione e la ZES Jonica che inizierà a brevissimo a far vedere i suoi primi concreti effetti, con i benefici fiscali che comportano, rappresenteranno certamente due importantissimi strumenti per rilanciare l’economia di questo territorio consentendogli di superare il ricatto cui da troppo tempo è sottoposto tra “tutela della salute” e “lavoro”.

L’obiettivo, infatti, come è stato ribadito anche nel corso dell’incontro di questa mattina, è quello di sostenere, per Taranto, un modello alternativo di sviluppo rispetto a quello conosciuto fino ad oggi e legato quasi esclusivamente al grande polo siderurgico, investendo in termini economici e di progettualità per la riconversione dell’area di crisi industriale.

Iiniziano a delinearsi chiaramente le prospettive per l’avvio di una nuova stagione per Taranto, caratterizzata da sviluppo economico, crescita occupazionale e sostenibilità ambientale.

La strada è tracciata, con il Piano Strategico che individua le priorità per i prossimi anni, la ZES Jonica e la Zona Franca Dogana. Ora sta a noi perseguirla con la massima determinazione e, in questo senso, il Governo regionale, a cominciare dal Presidente Michele Emiliano, farà fino in fondo la sua parte”.

Leggi anche:

  1. Regione Puglia-Borraccino, ZES: completato il percorso burocratico, parte la sfida: il 14 e 15 novembre nuovi incontri con le associazioni
  2. Zona Franca Doganale e Zona Economica Speciale: il futuro dei porti che “osservano” l’attualità europea
  3. Porto di Taranto: in comitato il Regolamento per la Zona Franca Doganale
  4. Massidda: “Non vogliono far partire la Zona Franca, ecco perché voglio dimettermi”
  5. Porto di Taranto: chiesta la trasformazione della Zona Franca in Zona economica speciale

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=71291

Scritto da Redazione su dic 15 2019. Archiviato come Italia, Legislazione, Logistica, News, Porti, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab