Home » Infrastrutture, Italia, Legislazione, News, Porti, Trasporti » Aggiudicato l’appalto per le opere stradali del Porto di Genova

Aggiudicato l’appalto per le opere stradali del Porto di Genova

In data odierna, è stata pubblicata l’aggiudicazione dell’appalto integrato relativo alle opere stradali contenute nel Programma Straordinario di interventi urgenti per la ripresa e lo sviluppo del Porto di Genova e delle relative infrastrutture di accessibilità nonchè per il collegamento intermodale dell’aeroporto Cristoforo Colombo con la città, il cui costo complessivo è di 128 milioni di Euro.

L’affidamento è andato a RTI Pizzarotti & C. S.p.A , che predisporrà la progettazione definitiva ed esecutiva e la realizzazione degli interventi stradali già sottoposti alla struttura commissariale nel post crollo del viadotto Morandi: prolungamento della sopraelevata portuale con le opere accessorie, il suo ammodernamento e l’adeguamento del tratto San benigno-Varco Etiopia; nuova viabilità di collegamento San Benigno e Calata Bettolo; la realizzazione completa della Strada “La Superba”; l’autoparco di Ponente; il nuovo Ponte del Papa ed il dragaggio sottostante; la messa in sicurezza del viadotto Pionieri d’Italia in due fasi, il consolidamento statico di Ponte dei Mille.

L’ aggiudicazione, come ha sottolineato la struttura commissariale in capo alla ADSP e coordinata dall’ing. Marco Rettighieri, è avvenuta nei tempi previsti per un complesso di opere destinate a modificare non solo il volto della viabilità portuale, ma anche quella urbana consentendo una maggiore fluidificazione del traffico con ricadute positive per la città di Genova.Si tratta di una toccata sperimentale di un servizio che tradizionalmente scalava il vicino Reefer Terminal (parte dello stesso gruppo APM Terminals Vado Ligure) e durante la quale vengono imbarcati e sbarcati container pieni prevalentemente reefer perché carichi di frutta in importazione dal Centro-Sud America.

Gli altri due servizi di linea che Maersk Line ha già annunciato di voler trasferire dal prossimo febbraio a Vado Ligure sono il servizio ME2, che collega il Mediterraneo con Medio Oriente e India, e la linea regolare ribattezzata MMX, che collega il Mediterraneo con il Canada.

Leggi anche:

  1. Il porto di Bari si presenta al ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Paola De Micheli: nuove opere di infrastrutturazione strategica che implementano considerevolmente l’operatività dello scalo, a servizio di tutta la regione
  2. Piattaforma Vado, presidente Toti: “Istituita cabina di regia per monitorare andamento opere complementari e garantire tempi rapidi e certi di realizzazione”
  3. AINOP, al via l’Archivio informatico nazionale delle Opere pubbliche
  4. MIT: Stanziati 80 milioni per progettazione di opere prioritarie
  5. Porto di Genova: opere per 922 milioni nei prossimi 3 anni

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=71390

Scritto da Redazione su dic 17 2019. Archiviato come Infrastrutture, Italia, Legislazione, News, Porti, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab