Home » Italia, News, Porti » Porto di Ortona: Comitato del porto in Capitaneria

Porto di Ortona: Comitato del porto in Capitaneria

Un incontro costruttivo con l’amministrazione comunale di Ortona e il Comitato in cui si sono affrontate diverse tematiche relative allo sviluppo dello scalo. Alla riunione con il sindaco di Ortona, Leo Castiglione, e l’assessore ai Lavori pubblici, Cristiana Canosa, erano presenti il presidente del Comitato, Davide Tucci, il Direttore marittimo per l’Abruzzo-Molise-Isole Tremiti, Capitano di Vascello Donato De Carolis, il Comandante della Capitaneria Capitano di Fregata Cosmo Forte, il presidente dell’Autorità di sistema portuale, Rodolfo Giampieri, il segretario generale Adsp, Matteo Paroli, il dirigente dell’Area tecnica, Gianluca Pellegrini, e due tecnici dell’Autorità. Nella sede della Capitaneria, si è discusso delle necessità del porto, degli obiettivi più urgenti per le infrastrutture portuali e dei lavori che l’Autorità di sistema portuale sta portando avanti e di quelli previsti all’interno di una strategia condivisa.

Sono diversi gli interventi programmati dall’Autorità di sistema portuale con lo scopo di migliorare l’operatività dello scalo. È stata pubblicato l’avviso di manifestazione di interesse per la realizzazione di un primo intervento di manutenzione straordinaria sulla scogliera di protezione del molo Nord. Con un investimento di circa 800 mila euro, sarà effettuata, per un primo tratto, la ricostruzione del profilo della scogliera affinché la stessa possa assolvere correttamente alla sua funzione di protezione dalle mareggiate del bacino portuale, il rifacimento di porzioni delle pavimentazioni di strade e piazzali, la realizzazione di nuovi servizi igienici per gli operatori del porto oltre al rinnovamento dei parabordi delle banchine del molo nord. Le imprese interessate alla realizzazione dei lavori sulla scogliera possono presentare domanda entro il 9 marzo alle ore 12.

I lavori consentiranno di ripristinare, in questa prima fase, una porzione complessiva di scogliera con un intervento mai effettuato finora da quando è stata costruita negli anni ’60. Il lavoro graduale di ripristino proseguirà nel 2021 con un ulteriore stanziamento di 1 milione di euro.

Gli altri interventi per il porto di Ortona riguardano l’installazione di tre bitte di ormeggio fra la banchina di Riva e quella di Riva nuova, banchine che tutt’ora non hanno piena operatività, com’è stato rilevato nella riunione, per il mancato completamento dell’iter amministrativo da parte del Provveditorato alle opere pubbliche e per la carenza delle dotazioni necessarie all’ormeggio in sicurezza delle navi. L’integrazione dell’opera con l’installazione delle bitte, i cui lavori sono regolati da un’ordinanza dell’Autorità di sistema portuale del 24 febbraio, consentirà così l’attracco delle navi commerciali anche su questa banchina.

Nello scalo saranno inoltre posizionati nuovi arredi a supporto delle attività portuali che comprendono un blocco per i servizi igienici oltre ai parabordi su tutte le banchine Nord destinate al naviglio minore e alla pesca piccole imbarcazioni. Per entrambi gli interventi è stato avviato l’iter autorizzativo.

L’Autorità di sistema portuale ha anche commissionato i lavori di potatura di 48 pini in via Cervana. Saranno poi migliorati la sostenibilità e l’efficienza della pubblica illuminazione portuale, sulla quale viene effettuata una manutenzione ordinaria, del servizio di gestione dei rifiuti e della pulizia di strade e piazzali.

“Continua l’impegno della nostra Autorità di sistema per contribuire allo sviluppo del porto di Ortona migliorando le infrastrutture e facilitando la vita delle imprese, vere protagoniste della crescita economica e della creazione di occupazione – afferma il presidente dell’Autorità di sistema portuale, Rodolfo Giampieri -, in totale sintonia con Regione, amministrazione comunale e autorità marittima, il nostro impegno è costante, consapevoli dell’importanza dello scalo di Ortona nell’economia regionale e nella strategia portuale del mare Adriatico centrale”.

“La sinergia tra le varie istituzioni, che vede il Comune sempre in prima linea, porta sicuramente a risultati positivi per il territorio – sottolinea il sindaco Leo Castiglione –, per questo ringraziamo l’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale che sta ponendo la giusta attenzione sullo scalo ortonese. I lavori previsti ne miglioreranno la funzionalità e l’operatività delle imprese portuali. Nell’incontro abbiamo sottolineato l’importanza di una ancora maggiore presenza dell’Adsp in porto al fine di derimere in tempo reale eventuali problematiche, richiesta subito accolta dal presidente Giampieri”.

“Si prende atto, con favore, dell’attuazione concreta di questi importanti interventi di manutenzione delle infrastrutture portuali, segno evidente della volontà dell’Autorità di sistema di valorizzare pienamente le potenzialità dello scalo ortonese in un’ottica di sistema e sulla base dell’azione sinergica posta in essere con la Capitaneria di porto e l’amministrazione civica – dice il Comandante della Capitaneria, Capitano di Fregata Cosmo Forte -, tali azioni, opportunamente coordinate con il prossimo intervento di dragaggio del bacino e dell’imboccatura del porto, costituiscono il necessario presupposto per poter continuare a gestire nel prossimo futuro, in completa sicurezza, il consistente traffico marittimo che interessa il porto abruzzese”.

Leggi anche:

  1. Porto di Ortona, Febbo: sbloccati più di cinquanta milioni di euro. Adesso strategia portuale, ZES e nuove infrastrutture
  2. Porto di Ortona: continua modernizzazione area portuale
  3. Porto di Ortona: manutenzione pavimentazione banchina Molo nord, nuovo pontile per mezzi soccorso
  4. Nei porti di Pescara e Ortona l’Italian Port Days dal 20 al 22 maggio
  5. Porto di Ortona: 95 milioni di euro per l’ampliamento dello scalo

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=73361

Scritto da Redazione su feb 28 2020. Archiviato come Italia, News, Porti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab