Home » Italia, News, Porti » DIMOSTRAZIONE DI EFFICIENZA E PIENA OPERATIVITÀ DEL PORTO DI BRINDISI IN OCCASIONE DELL’EVACUAZIONE MEDICA DI UN MEMBRO DEL TEAM SCIENTIFICO DELLA TAP

DIMOSTRAZIONE DI EFFICIENZA E PIENA OPERATIVITÀ DEL PORTO DI BRINDISI IN OCCASIONE DELL’EVACUAZIONE MEDICA DI UN MEMBRO DEL TEAM SCIENTIFICO DELLA TAP

Nei giorni scorsi la società Trans Adriatic Pipeline ha fatto pervenire alla Capitaneria di Porto di Brindisi una nota di ringraziamento per l’operazione di soccorso eseguita il 19 marzo scorso a beneficio di un membro del team scientifico della società, in precarie condizioni di salute, che si trovava a bordo del Supply Vessel EDT PROTEA, impiegato nelle acque antistanti San Foca di Melendugno per i lavori di realizzazione del Gasdotto Trans-Adriatico.

I ringraziamenti dei locali vertici della TAP sono indirizzati, in particolare, a tutte le Amministrazioni e servizi operanti nel porto di Brindisi, coinvolti nelle operazioni di soccorso, ovvero, oltre al Comando della Capitaneria di Porto di Brindisi con le proprie articolazioni operative, la Corporazione dei Piloti, il 118, l’U.S.M.A (Ufficio di Sanità Marittima), la Polizia di Frontiera, l’Autorità di Sistema Portuale, che, ciascuno per le rispettive competenze, hanno contribuito significativamente alla tempestiva e concreta risoluzione dell’emergenza sanitaria.

L’evento in parola è la dimostrazione concreta che il porto di Brindisi risulta a tutt’oggi in piena operatività e che l’intero cluster marittimo, pur nelle note difficoltà dovute alla situazione d’emergenza sanitaria che in questo periodo interessa il nostro Paese, rimane un saldo punto di riferimento per le attività tecnico/nautiche ed amministrative del porto di Brindisi.

Le attività poste in essere rientrano nelle specifiche competenze attribuite alla Guardia Costiera italiana nell’ambito della convenzione internazionale di Amburgo 1979, afferente la sicurezza marittima e la salvaguardia della vita umana in mare. Si ricorda che è sempre operativo 24 ore su 24 il numero telefonico di emergenza 1530 nonché l’ascolto continuo sui canali radio dedicati, CH 16 e DSC 70, al fine di segnalare all’Autorità Marittima ogni evento occorso in mare.

Leggi anche:

  1. Brindisi, Cittadella della Ricerca. Bozzetti (M5S): “Zes occasione di rilanciare un’area da sempre trascurata”
  2. Al porto di Cagliari una dimostrazione con unità cinofile e antisabotaggio
  3. STIPULA DELLA CONVENZIONE TRA LA STP BRINDISI SPA E LA CAPITANERIA DI PORTO DI BRINDISI
  4. Porto di Cagliari: piena operatività del nuovo terminal crociere sul Molo Rinascita
  5. Porto di Brindisi: progetto per migliorare efficienza

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=74085

Scritto da Redazione su mar 24 2020. Archiviato come Italia, News, Porti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab