Home » Italia, News, Porti, Trasporti » FAST TRACK: UNA RISPOSTA ALL’EMERGENZA DEL CORONA VIRUS DA PSA VENICE-VECON E DAL PORTO DI VENEZIA

FAST TRACK: UNA RISPOSTA ALL’EMERGENZA DEL CORONA VIRUS DA PSA VENICE-VECON E DAL PORTO DI VENEZIA

PSA VENICE – VECON, società del gruppo PSA , con il supporto delle Associazioni di Spedizionieri, Agenti Marittimi, Spedizionieri Doganali, Trasportatori e con il patrocinio della AdsP Mar Adriatico Settentrionale  si è attivata per identificare una corsia preferenziale per le merci strategiche al fine di assicurarne una loro rapida consegna, separandole da quelle bloccate ed in progressivo futuro accumulo nei piazzali, conseguente al  fermo dei settori industriali imposto dal DcPM del 22/3.

“In tutte le crisi si nascondono minacce ed opportunità. L’emergenza in cui stiamo vivendo sta facendo emergere l’esigenza di rivedere non solo le nostre abitudini sociali, ma anche la necessità di cambiare alcune modalità di gestione del business per supportare la catena logistica in questo momento di estrema difficoltà per il Paese.”, le parole del neo amministratore delegato di PSA VENICE / VECON, Alessandro Becce.

In anticipo rispetto alla  attivazione della procedura, prevista dal  30 Marzo, già 60 contenitori con elevata probabilità di ritiro sono stati identificati prima dello sbarco sulla prossima nave,  confermando l’importanza del gioco di squadra e della  collaborazione degli attori coinvolti: siamo certi che lo sforzo richiesto aiuterà tutta la filiera,  migliorando la qualità del servizio per i clienti, riducendo i tempi di attesa per i trasportatori e gestendo in maniera più efficiente le operazioni portuali.

VECON si sta impegnando strenuamente per mantenere la piena operatività e rendere il luogo di lavoro ancora più sicuro.
Tutto questo è possibile grazie anche al supporto della AdsP ed al contributo di tutti gli operatori coinvolti, ma soprattutto grazie ai lavoratori di Vecon, della Compagnia portuale di  Venezia e delle OO.SS. ai quali va il più sentito ringraziamento dal parte dei vertici aziendali per il loro impegno e senso di responsabilità dimostrato.

Leggi anche:

  1. Corona Virus: Istruzioni dell’ICS per limitare la diffusione del Corona Virus per evitare inutili restrizioni del traffico internazionale
  2. Al Salone Nautico di Venezia presentata la VI edizione della Venice Hospitality Challenge
  3. PORTO DI VENEZIA LOVES SICUREZZA 2019
  4. Grandi navi a Venezia: manifestazione del Comitato Cruise Venice
  5. Assemblea del Propeller Club Port Venice: dalle crociere al commerciale l’incerta rotta del porto di Venezia

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=74223

Scritto da Redazione su mar 30 2020. Archiviato come Italia, News, Porti, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab