Home » Diporto, Italia, News, Porti, Trasporti » La Costa Diadema ha attraccato nel porto di Piombino

La Costa Diadema ha attraccato nel porto di Piombino

La Costa Diadema ha attraccato nel porto di Piombino: successo per la potente macchina organizzativa che garantirà la sicurezza sanitaria delle 1255 persone dell’equipaggio. Non ci sono possibilità di contatto né con la città né con i nostri concittadini

Il momento più emozionante di questa lunga mattinata è stato quando abbiamo potuto distintamente avvertire le urla di gioia provenire dall’interno della Costa Diadema, un secondo dopo aver attraccato al porto di Piombino.

La grande nave da crociera ha vagato per giorni nel mediterraneo alla ricerca di uno sbarco continuamente negato. Piombino ha acconsentito all’attracco, risolvendo di fatto una criticità che era, non ho problemi ad affermarlo, una vergognosa offesa alla dignità di 1255 persone.
I responsabili di Usmaf, il servizio sanitario marittimo, sono immediatamente saliti a bordo per accertarsi delle condizioni di salute di uomini e donne dell’equipaggio, tra cui molti italiani. Sono una ventina i soggetti che sembrano presentare la sintomatologia tipica del Covid 19.

Terminati gli accertamenti del caso, chi necessiterà di ricovero sarà trasportato negli ospedali nazionali con percorsi sicuri e dedicati.
Il resto degli occupanti sarà fatto sbarcare nei prossimi giorni: la potente macchina organizzativa della Protezione Civile Nazionale, che coordina tutti i soggetti coinvolti, è al lavoro per garantire la sicurezza sanitaria. Non ci sono possibilità di contatto né con la città né con i nostri concittadini, come da nuova assicurazione da parte del Governo, ribadita anche questa mattina.

Abbiamo compiuto la scelta giusta e ne vado orgoglioso: governare significa assumersi responsabilità ed essere concretamente di aiuto in un momento così delicato per il nostro Paese. I piombinesi devono essere fieri di aver dimostrato una maturità non scontata e aver compiuto un gesto di umanità reale. Voglio, col cuore in mano, ringraziare le Istruzioni, i soggetti protagonisti dell’azione di oggi e tutti coloro che, a vario titolo, operano nel porto di Piombino e che, con impegno e scrupolosità, hanno dato il proprio contributo, e continueranno a farlo, affinché la macchina perfetta imbastita in poche ore possa continuare ad essere così efficace.

Leggi anche:

  1. Insediamenti Piombino: aperte le buste
  2. Rifiorimento del Molo Batteria del Porto di Piombino
  3. Piombino: tutti presenti per la Combi Dock 1
  4. Piombino: avanti con l’atto di indirizzo per le nuove aree del porto
  5. PIM: oggi le prime bennate in porto di Piombino

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=74227

Scritto da Redazione su mar 30 2020. Archiviato come Diporto, Italia, News, Porti, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab