Home » Internazionale, Legislazione, News, Porti, Trasporti » ICS AND ITF CALL ON G20 TO SUPPORT THE “UNSUNG HEROES OF GLOBAL TRADE”

ICS AND ITF CALL ON G20 TO SUPPORT THE “UNSUNG HEROES OF GLOBAL TRADE”

La lettera congiunta che ICS (International Chamber of Shipping) e ITF (International Transport Workers Federation) hanno scritto al G20 lanciando un appello ai Governi per facilitare il movimento essenziale di marittimi e personale marittimo.

La lettera dell’organizzazione degli armatori e l’unione dei marittimi ai governi (in allegato)i fa seguito al loro dialogo con il G20 e agli esiti positivi basati sull’incontro virtuale dei ministri del commercio e degli investimenti del G20, che ha avuto luogo lunedì 30 marzo.

Guy Platten, segretario generale della Camera internazionale di navigazione, ha dichiarato:

“La questione dei cambi di equipaggio può diventare un grosso problema per l’economia globale se i governi non rispondono alle nostre preoccupazioni.

ITF e ICS hanno lavorato a stretto contatto per presentare ai governi  soluzioni pragmatiche su cui lavorare e siamo pronti a sostenere il G20, le istituzioni delle Nazioni Unite e, soprattutto, i nostri marittimi.

I marittimi sono gli eroi non celebrati del commercio globale, ma le attuali restrizioni messe in atto per rispondere alla pandemia di COVID-19 non sono sostenibili. ”

Stephen Cotton, segretario generale della Federazione internazionale dei lavoratori dei trasporti ha dichiarato:

“L’industria marittima chiede ai governi di mostrare rispetto per i marittimi e di coordinare una strategia globale con le principali parti interessate, comprese le principali compagnie aeree, per allentare le restrizioni e facilitare i cambi degli equipaggi delle navi. ITF e ICS nutrono serie preoccupazioni per migliaia di marittimi il cui compito a bordo è terminato ma sono costretti a rimanere in mare per altri mesi a causa delle attuali restrizioni nazionali sui viaggi.

L’attuale situazione di stallo non solo minaccia la salute e il benessere dei marittimi, ma aumenta anche il rischio di incidenti marittimi e mette a rischio le catene di approvvigionamento globali che sono parte integrante della risposta e del superamento di questa pandemia.

Chiediamo un’azione globale immediata e coordinata per riprendere in sicurezza i cambiamenti dell’equipaggio e il rimpatrio dei marittimi in modo da proteggere la salute e la sicurezza e, in definitiva, la vita dei marittimi.”

——

ICS AND ITF CALL ON G20 TO SUPPORT THE “UNSUNG HEROES OF GLOBAL TRADE”

COVID-19 RESTRICTIONS ARE STORING UP TROUBLE FOR SEAFARERS AND GLOBAL SUPPLY CHAINS


LONDON – The International Chamber of Shipping (ICS) and the International Transport Workers’ Federation (ITF) have issued a joint call on behalf of seafarers to governments to facilitate the essential movement of seafarers and marine personnel.

The letter from the shipowners’ organisation and seafarers’ union to governments follows up on their dialogue with the G20, and the positive outcomes built on in the G20 Trade and Investment Ministers virtual meeting which took place on Monday, 30 March.
Guy Platten, Secretary General of the International Chamber of Shipping said:

“The issue of crew changes has the potential to become a massive problem for the global economy if governments do not address our concerns. ITF and ICS have worked closely to come forward with pragmatic solutions for governments to work on and we stand ready to support the G20, the UN institutions and most importantly our seafarers. Seafarers are the unsung heroes of global trade but the current restrictions being put in place to respond to the COVID-19 pandemic are not sustainable.”

Stephen Cotton, General Secretary, International Transport Workers’ Federation said:
“The maritime industry is calling on governments to show respect for seafarers and coordinate a global strategy with key stakeholders, including major airlines, to ease restrictions and facilitate the changeover of ships’ crews. ITF and ICS have grave concern for thousands of seafarers whose duty on board has ended but are forced to remain at sea for additional months due to current national travel restrictions. The current deadlock not only threatens seafarers’ personal health and wellbeing, but also increases the risk of marine accidents and jeopardises the global supply chains that are integral to responding to, and eventually overcoming, this pandemic. We call for immediate and co-ordinated global action to safely resume crew changes and the repatriation of seafarers in a manner that protects the health and safety, and ultimately the lives of seafarers.”

The full letter to G20 leaders and ministers can be downloaded from www.ics-shipping.org

Leggi anche:

  1. ICS E IAPH scrivono ai leader del G20
  2. COVID-19: Lettera congiunta di ICS e ITF alle organizzazioni delle Nazioni Unite per non fermare il commercio marittimo mondiale
  3. ICS Press Release: International Chamber of Shipping (ICS) issues new Coronavirus (COVID-19) guidance for shipping industry
  4. International Chamber of Shipping (ICS) expresses concern at increasing attacks on ships crews
  5. Corona Virus: Istruzioni dell’ICS per limitare la diffusione del Corona Virus per evitare inutili restrizioni del traffico internazionale

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=74481

Scritto da Redazione su apr 8 2020. Archiviato come Internazionale, Legislazione, News, Porti, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab