Home » Infrastrutture, Italia, News, Porti, Trasporti » Il porto di Piombino entra nel futuro

Il porto di Piombino entra nel futuro

Avanti tutta. Anche in tempi di Coronavirus. Il porto di Piombino, pur con tutte le difficoltà di un periodo che impone il rispetto delle regole di distanziamento sociale, non rallenta la propria attività e apre un nuovo capitolo della sua storia.

Infatti, sono state aperte le buste contenenti le offerte tecniche dei candidati all’assegnazione delle tre nuove aree portuali.

Grazie alle disponibilità digitali, la Commissione ha potuto riunirsi in video conferenza. Ad aprire le buste è stato il segretario di gara, Alfredo Pineschi, con la supervisione del Responsabile Unico del Procedimento, Claudio Capuano, che nell’Autorità di Sistema ha il ruolo di dirigente preposto all’ufficio territoriale di Piombino.

Nella seduta di oggi, la prima di una lunga serie, era presente anche il segretario generale dell’Ente, Massimo Provinciali. Essendo pubblica, alla riunione hanno anche partecipato alcune imprese.

Le buste sono state aperte in tutta sicurezza e sotto il controllo attivo delle telecamere, che hanno registrato i vari passaggi,  seguendo da vicino le mani del segretario di gara durante l’apertura delle buste.

La Commissione si prenderà ora il tempo necessario per esaminare le offerte tecniche e stilare la graduatoria degli assegnatari con i quali verrà siglato l’accordo prodromico all’assegnazione delle aree.

“Il tabellino di marcia è stato rispettato – ha detto Capuano – entro maggio, giugno, il porto avrà i nuovi interlocutori ed entrerà ufficialmente nel futuro”.

Nei prossimi giorni verranno pubblicati in sintesi i progetti presentati  dai cinque candidati ammessi alla selezione.

Leggi anche:

  1. Insediamenti Piombino: aperte le buste
  2. Piombino: così rivoluzioneremo il porto
  3. Piombino: tutti presenti per la Combi Dock 1
  4. Piombino: avanti con l’atto di indirizzo per le nuove aree del porto
  5. Nuovi orizzonti per Piombino

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=74543

Scritto da Redazione su apr 10 2020. Archiviato come Infrastrutture, Italia, News, Porti, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab