Home » Europa, Italia, Legislazione, News, Porti, Trasporti » Alan Kurdi: intervento per gestione migranti affidato al Dip. Immigrazione con supporto Croce Rossa

Alan Kurdi: intervento per gestione migranti affidato al Dip. Immigrazione con supporto Croce Rossa

Provvedimento del Capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, su richiesta della ministra Paola De Micheli

MIT - Su richiesta della ministra delle infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli, il capo della protezione civile, Angelo Borrelli, ha appena firmato un provvedimento con il quale si nomina il Dipartimento delle liberta civili e per l’immigrazione soggetto attuatore dell’intervento di gestione sanitaria, con il supporto per l’assistenza della Croce Rossa per i 156 migranti presenti sulla nave Alan Kurdi in prossimità  delle acque territoriali nazionali.

Questo intervento è coerente con le politiche del governo italiano sull’immigrazione e si è reso necessario a seguito del rifiuto, da parte della Alan Kurdi, di seguire la procedura per l’accoglienza nel proprio paese di bandiera che è la Germania. Il provvedimento  prevede che venga individuata, con il supporto tecnico della Guardia Costiera, una nave sulla quale, nelle prossime ore, potranno essere trasferiti i migranti per la quarantena e i controlli da parte della Croce Rossa Italiana e delle autorità sanitarie locali.

L’intervento di natura umanitaria non può avvenire con lo sbarco presso i porti italiani, a causa della forte pressione organizzativa e sanitaria, in questa fase emergenziale da covid-19. Pressione che renderebbe complesso affrontare l’accoglienza in piena sicurezza per i soccorritori e per le persone soccorse. Tale intervento avviene inoltre, nel pieno rispetto delle regole vigenti per gli italiani in Italia e per gli italiani che rimpatriano, nonché a seguito della Dichiarazione sui porti italiani ai sensi della convenzione di Amburgo.

Leggi anche:

  1. Livorno: Un tavolo a supporto del comparto crociere e del suo indotto
  2. Alan Kurdi: porti italiani privi dei requisiti di sicurezza richiesti da convenzione Amburgo
  3. IMMIGRAZIONE: DRONI PER IL MONITORAGGIO DEI BARCONI E IL SOCCORSO IN MARE
  4. ICS preoccupata dall’incidente di salvataggio dei migranti del Mediterraneo
  5. MARINA MILITARE: LE NAVI GRECALE E AVIERE IN ASSISTENZA SANITARIA A MIGRANTI

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=74597

Scritto da Redazione su apr 13 2020. Archiviato come Europa, Italia, Legislazione, News, Porti, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab