Home » Italia, News, Porti, Trasporti » Nuovo bando pluriennale per i servizi ai passeggeri nel porto di Olbia Isola Bianca

Nuovo bando pluriennale per i servizi ai passeggeri nel porto di Olbia Isola Bianca

Con la firma del Decreto autorizzativo a contrarre del Presidente dell’AdSP, questa mattina è stato ufficialmente dato avvio alla nuova gara per l’affidamento dei servizi ai passeggeri nel porto di Olbia. Una procedura telematica aperta, quella caricata sulla piattaforma virtuale nella home page dell’Ente, che consentirà di assicurare la piena operatività dello scalo dell’Isola Bianca anche al termine dell’affidamento temporaneo dei servizi aggiudicati rispettivamente a Sinergest, Turmo Travel e Sviluppo Performance Strategie. Scelta, questa, dettata anche dall’esigenza di sopperire all’inevitabile allungamento dei termini, imposto dal recente Decreto Legge del 17 marzo scorso, per tutti i procedimenti pendenti al 23 febbraio, tra i quali anche quelli di valutazione dei Project Financing.

Così come già disposto per la prima gara bandita d’urgenza nel mese di dicembre, anche la nuova procedura prevede la suddivisione dell’intero pacchetto in tre lotti: il primo, riferito al servizio di accoglimento, ricezione, smistamento ed instradamento dei veicoli che transitano, sia in arrivo che in partenza, dal porto; il secondo, al trasporto su navetta dalla stazione marittima alla nave e viceversa; il terzo, all’attività di info point, deposito bagagli, assistenza ai passeggeri all’interno della Stazione Marittima.

Il valore complessivo stimato dell’appalto, della durata di due anni più uno, sarà pari a poco più di 6 milioni e 445 mila euro (da assoggettare a ribasso di gara), pari dunque a circa 2 milioni di euro all’anno. Così come per la gara precedente, è prevista l’applicazione della clausola sociale, ed inciderà, nella valutazione complessiva, la qualità del piano di assorbimento dei lavoratori alle dipendenze dell’operatore uscente, la cura al passeggero con mobilità ridotta e l’introduzione di un monitoraggio della qualità del servizio che dovrà essere resa all’AdSP.

Attesa la lunga durata dell’appalto, è stata inserita la possibilità per l’AdSP, in caso di sopraggiunte necessità di pubblico interesse, di recedere dal contratto con un congruo preavviso. Considerato, infine, l’importo della gara, superiore alla soglia comunitaria, ed in ottemperanza alla vigente normativa sugli appalti pubblici, il nuovo bando sarà rivolto a tutti gli operatori economici comunitari, e si svolgerà sulla piattaforma telematica dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna (https://albi.adspmaredisardegna.it), con scadenza della presentazione delle offerte alle 12:00 del 3 giugno prossimo.

“Come già anticipato pubblicamente – spiega Massimo Deiana, Presidente dell’AdSP del Mare di Sardegna – con il nuovo bando di gara europeo metteremo in sicurezza l’operatività dello scalo per i prossimi anni, introducendo pian piano innovazioni e miglioramenti nella qualità dei servizi offerti. Nel contempo, teniamo la porta aperta alle proposte di finanza di progetto e, nonostante la situazione difficile, continuiamo a lavorare in previsione della definitiva ripartenza dei traffici, con quei volumi, si spera, che hanno portato i porti di sistema in cima alla classifica nazionale”.

Leggi anche:

  1. Partito ufficialmente il nuovo Centro Unico per i Servizi alla Merce di Santo Stefano di Magra
  2. Nessuna proposta di finanza di progetto per il porto di Olbia
  3. Nuovo sequestro di conchiglie, posidonia ed esemplari di Pinna Nobilis al porto di Olbia
  4. Porto di Taranto: bando per un nuovo edificio da 7 milioni di euro
  5. Porto di Olbia: la Stazione Marittima dell’Isola Bianca si riapre alla città

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=74750

Scritto da Redazione su apr 20 2020. Archiviato come Italia, News, Porti, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab