Home » Infrastrutture, Italia, Logistica, News, Porti, Trasporti » “Livorno deve essere inserita nelle Zone Logistiche Semplificate Rafforzate”, il presidente Rossi scrive al Ministro Provenzano

“Livorno deve essere inserita nelle Zone Logistiche Semplificate Rafforzate”, il presidente Rossi scrive al Ministro Provenzano

Apprezzamento dell’assessore comunale Simoncini per l’intervento della Regione

Livorno- L’Amministrazione comunale esprime apprezzamento per la lettera che il presidente della Regione Enrico Rossi ha scritto al Ministro per il Sud e Coesione sociale Provenzano, per chiedere venga superato ogni dubbio sul fatto che l’Area di Crisi Complessa di Livorno, possa essere inserita nelle istituende Zone Logistiche Semplificate Rafforzate.

“Uno status – rileva l’assessore allo Sviluppo Economico Gianfranco Simoncini – che consentirebbe al nostro territorio di ottenere finanziamenti ed interventi ad hoc per lo sviluppo economico dell’area costiera toscana, e in particolare per il nostro Porto”.

“Il  riconoscimento sembrava pressoché scontato – come illustra Simoncini- quando il Parlamento ha deciso di istituire le ZLSR. Purtroppo, come ha scritto Rossi,  se venissero confermate alcune interpretazioni della legge, il principale porto toscano, uno dei maggiori in Italia, e quello di Piombino, rischierebbero di essere esclusi dall’inserimento nelle Zone Logistiche Semplificate Rafforzate della Toscana”.

Con la sua lettera il presidente Rossi chiede al Ministro “un intervento urgente per rimuovere questo rischio e garantire all’Area di Crisi Complessa livornese la possibilità di essere inserita senza alcun dubbio all’interno della proposta toscana di Zona Logistica Semplificata Rafforzata. Questa richiesta – conclude Rossi – è peraltro coerente con l’ordine del giorno numero 228 presentato dall’onorevole Andrea Romano e altri, e approvato dalla Camera dei Deputati il 24 aprile scorso”.

“L’iniziativa del presidente Rossi – ricorda Gianfranco Simoncini – sostiene una richiesta sulla quale stiamo lavorando da mesi e che potrebbe rappresentare, tanto più in questa fase ma in generale, una grande opportunità per lo sveltimento procedurale e anche per attrarre nuove risorse a favore delle infrastrutture portuali e di progetti di qualificazione del Porto di Livorno e dei suoi operatori”.

“Ricordo che il tema fu posto, con grande forza – dice ancora Simoncini – dal sindaco Luca Salvetti nell’ultima riunione della Cabina di Regia dell’Accordo di programma sull’area di crisi Complessa al Mise alcuni mesi fa.
“Dopo l’approvazione dell’ordine del giorno alla Camera dei Deputati promosso dall’On. Andrea Romano e dopo questo ulteriore intervento del Presidente Rossi che segue altre sue prese di posizione in merito, auspico che il Governo inserisca, in un prossimo provvedimento legislativo urgente, una misura che fughi ogni dubbio sulla possibilità del nostro porto di poter usufruire delle facilitazioni e dei supporti che sono stati inseriti nella legislazione nazionale anche grazie alla nostra pressione ed all’impegno della Regione Toscana”.

Come Amministrazione comunale – conclude Simoncini – continueremo a monitorare ed ad esercitare la necessaria pressione, consapevoli di rappresentare a pieno gli interessi di sviluppo della città e di avere al nostro fianco tutti gli operatori economici e sindacali livornesi”.

Leggi anche:

  1. CONSIGLIO E FONDAZIONE NAZIONALE COMMERCIALISTI: ZONE ECONOMICHE SPECIALI E ZONE LOGISTICHE SEMPLIFICATE
  2. Zone Economiche Speciali e Zone Logistiche Speciali: Assoporti delega il presidente di AdSP MAM Ugo Patroni Griffi
  3. Zone Logistiche Semplificate, la Regione Toscana avvia iter per istituirne una sulla costa
  4. Si avvicina la possibilità per Livorno di ottenere lo status di Zona Economica Speciale
  5. Regione Molise-ZES, Cabina di regia con ministro Provenzano: semplificazione, accelerazione e potenziamento infrastrutturale

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=75740

Scritto da Redazione su mag 28 2020. Archiviato come Infrastrutture, Italia, Logistica, News, Porti, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab