Home » Italia, Legislazione, News, Porti, Trasporti » Dl Rilancio: Sindacati, basta caos autoproduzione nei porti. Regole valgano per tutti

Dl Rilancio: Sindacati, basta caos autoproduzione nei porti. Regole valgano per tutti

Roma- “Contrariamente a quanto asserito da Assarmatori, Confitarma e Federagenti, l’emendamento al DL Rilancio non vieta l’autoproduzione delle operazioni portuali da svolgere sulle navi, ma ribadisce la necessità di regole e criteri chiari per far cessare lo sfruttamento dei marittimi chiamati ad operare, oltre che nella fase di navigazione, anche in quella di carico e scarico delle merci, che sono state oggetto di due scioperi nazionali. Una pratica che si è resa responsabile di molti infortuni, alcuni mortali”. Così i Segretari generali Stefano Malorgio Filt Cgil, Salvatore Pellecchia Fit Cisl e Claudio Tarlazzi Uiltrasporti, che proseguono:

“Queste regole si rendono necessarie anche per far cessare i problemi di regolazione del mercato, insorti per interpretazioni e applicazioni diverse della norma da parte delle Autorità di sistema portuale, generando significative differenze tra un porto e un altro.

“Noi – spiegano Malorgio, Pellecchia, Tarlazzi – chiediamo che le autorizzazioni alle navi, che non rientrano nel numero massimo previsto dalla norma, vengano date non solo limitatamente al tempo necessario per il carico e scarico della nave sulla base dei previsti requisiti, ma che richiedano anche l’inserimento nella tabella di armamento del personale dedicato a questa specifica attività e che vi siano mezzi tecnologici adeguati”.

“Pertanto, non siamo contro l’autoproduzione, ma siamo per le regole e la chiarezza uguali per tutti i porti, perché solo così il sistema portuale nazionale può svilupparsi in modo armonico ed efficace. Su questo non faremo un passo indietro”.

Leggi anche:

  1. I porti nel decreto Rilancio, ma non troppo
  2. Press tour del Progetto Over Sea promosso dalla Camera di Commercio di Sassari per il rilancio dei porti-Day 2
  3. PORTI CHIUSI, BLOCCO NAVALE E PRINCIPIO DI NON REFOULEMENT NELL’OTTICA DELLE REGOLE INTERNAZIONALI
  4. Porto di Cagliari, Uiltrasporti: basta lasciare i porti abbandonati a se stessi
  5. CONFITARMA: REGOLE UGUALI PER TUTTI E DIALOGO CON LE ISTITUZIONI

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=76194

Scritto da Redazione su giu 16 2020. Archiviato come Italia, Legislazione, News, Porti, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab