Home » Diporto, Europa, Nautica, News, Porti, Turismo » L’Ente Nazionale Croato per il Turismo ha lanciato un portale di pagamento on line della tassa di soggiorno per le imbarcazioni

L’Ente Nazionale Croato per il Turismo ha lanciato un portale di pagamento on line della tassa di soggiorno per le imbarcazioni

L’Ente Nazionale Croato per il Turismo ha lanciato un portale multilingue nautika.evisitor.hr che consente ai diportisti di effettuare il pagamento on line della tassa di soggiorno.
Il portale rappresenta un ulteriore modo di pagare la tassa nautica, che fino ad oggi si poteva pagare solo nelle Capitanerie di Porto e nelle filiali portuali.

“La nautica è uno dei più importanti prodotti turistici croati per i quali la domanda in queste circostanze di mercato è particolarmente richiesta a causa della pandemia globale di coronavirus. Questo è dimostrato anche dai dati sul numero di vignette vendute per il settore nautico, dall’inizio dell’anno al 15 luglio ne sono state vendute oltre 7000 ovvero il 53% dei risultati ottenuti nell’ultimo anno record 2019.
Stiamo anche registrando buoni risultati nel segmento dei charter nautici, secondo il sistema eCrew, quasi 200.000 pernottamenti sono stati realizzati a luglio, che rappresenta circa il 57% del risultato dell’anno scorso.

Le raccomandazioni epidemiologiche sul distanziamento sociale sono in vigore e con questa nuova opportunità contribuiamo alla sicurezza dei diportisti, ma anche degli operatori turistici croati “, ha affermato il direttore dell’Ente Nazionale Croato per il Turismo Sig.  Kristjan Staničić.

Oltre alla lingua croata, il portale è disponibile anche in inglese, tedesco e italiano e guida l’utente attraverso il processo di registrazione e pagamento della tassa di soggiorno in modo semplice e chiaro.  Il pagamento si può effettuare con tutti i migliori circuiti di carte in circolazione e, una volta eseguito si riceverà una conferma all’ indirizzo e-mail fornito, che si dovrà conservare a bordo per tutto il periodo di soggiorno.

Vi ricordiamo che, in conformità con la legge sulla tassa di soggiorno, i diportisti la possono pagare in base alla lunghezza dell’imbarcazione e dal 2020 anche in base al numero di persone o al numero di pernottamenti, si ha la possibilità di scegliere la tariffa più conveniente, come avviene solitamente per un breve soggiorno.

Per informazioni turistiche consultare il sito https://croatia.hr/it-IT/esperienze/nautica-da-diporto

Leggi anche:

  1. UCINA: abolita la tassa di possesso delle imbarcazioni
  2. CLIA: NUOVA TASSA SU TURISMO INACCETTABILE E AUTOLESIONISTA
  3. Tassa sul diporto
  4. Porto di Venezia: dal 24 si pagherà la tassa di soggiorno
  5. Tassa di soggiorno: l’Anci Puglia boccia il provvedimento

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=77349

Scritto da Redazione su lug 23 2020. Archiviato come Diporto, Europa, Nautica, News, Porti, Turismo. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab