Home » Ambiente, Cultura, Internazionale, News, Porti, Trasporti » Prima tavola rotonda FIN-SMART sul finanziamento del trasporto marittimo

Prima tavola rotonda FIN-SMART sul finanziamento del trasporto marittimo

La prima tavola rotonda globale FIN-SMART afferma la necessità di accelerare i finanziamenti per sostenere la navigazione sostenibile, in particolare nei paesi in via di sviluppo. Più di 50 leader dei settori finanziario, pubblico e privato hanno partecipato alla prima tavola rotonda “Finanziamento del trasporto marittimo sostenibile (FIN-SMART)” lo scorso 27 ottobre. La tavola rotonda virtuale, di alto livello, è stata gestita dall’Organizzazione Marittima Internazionale (IMO), dalla Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS) e dal Gruppo della Banca Mondiale. La FIN-SMART, in effetti, è una piattaforma per un regolare dialogo tra le principali parti interessate del settore marittimo per affrontare le sfide finanziarie legate alla transizione del trasporto marittimo verso un futuro più sostenibile e resiliente.

La tavola rotonda mira a sostenere l’accelerazione dei flussi finanziari – in particolare nei paesi in via di sviluppo – per la decarbonizzazione del settore marittimo, in linea con le priorità del paese e gli obiettivi della strategia iniziale dell’IMO sulla riduzione delle emissioni di gas serra delle navi. Si affronteranno anche le esigenze di recupero del Covid-19 del settore.

Il Segretario generale dell’IMO, Kitack Lim, intervenendo all’apertura della riunione, ha sottolineato l’importanza del trasporto marittimo nell’economia globale come motore di crescita e motore di sviluppo sociale. Ha chiesto un forte sostegno per accelerare i finanziamenti per il trasporto marittimo sostenibile, in particolare nella decarbonizzazione e nel recupero sostenibile dopo il Covid-19. Aiuti finanziari saranno possibili solo con investimenti mirati e partenariati strategici; in particolare per affrontare le esigenze speciali dei paesi in via di sviluppo, dei paesi meno sviluppati e della SIDS.

Josué Tanaka, Direttore Generale della Strategia Operativa e Pianificazione, Efficienza Energetica e Cambiamenti Climatici presso EBRD, ha dichiarato: “Ciò che ci ha portato qui oggi è lo scambio di idee su come supportare lo sviluppo della decarbonizzazione a lungo termine del settore marittimo e creare prodotti finanziari per raggiungere questo obiettivo. È ambizione della BERS sostenere la formulazione di un percorso a basso tenore di carbonio per il settore marittimo che allinea le parti interessate del settore, incoraggia l’adozione di soluzioni tecnologiche e sviluppa gli strumenti per consentire gli investimenti necessari. Queste attività richiedono una stretta cooperazione basata su forti partnership”.

Binyam Reja, Global Transport Manager presso la Banca Mondiale, ha dichiarato: “La navigazione non è solo una pietra angolare del commercio internazionale, ma è anche la chiave per lo sviluppo sostenibile. Aiutando a sbloccare investimenti e finanziamenti marittimi sostenibili, FIN-SMART promuoverà la decarbonizzazione del settore e creerà opportunità di business e posti di lavoro nel paese”.
Durante l’incontro inaugurale i partecipanti hanno cercato opportunità concrete per aiutare ad accelerare il finanziamento globale per la navigazione sostenibile, soprattutto nei paesi a basso e medio reddito. Tra le opzioni vi erano l’identificazione delle priorità e delle opportunità di investimento lungo la catena di approvvigionamento marittimo, nonché la risoluzione degli ostacoli ai flussi finanziari e il sostegno agli sforzi di riforma del paese. La necessità di soluzioni innovative e su misura per colmare il divario finanziario esistente è stata un argomento di discussione principale.

Questi includono l’esplorazione di nuovi modelli di finanziamento e meccanismi di condivisione del rischio, la presentazione di soluzioni finanziarie esistenti per promuovere la replica e la scalabilità e l’aumento della consapevolezza sul ruolo potenziale che le istituzioni finanziarie possono svolgere. I partecipanti hanno riconosciuto l’importanza fondamentale di promuovere la collaborazione e i partenariati strategici per affrontare in ultima analisi le sfide della sostenibilità del settore marittimo. La tavola rotonda FIN-SMART si riunirà regolarmente e coinvolgerà altre importanti parti interessate alle discussioni sui flussi di lavoro, dai settori pubblico e privato, dalla società civile e dalle organizzazioni internazionali. Le discussioni successive coinvolgeranno più flussi di lavoro dedicati sugli argomenti identificati.

 

Abele Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Decarbonizzare il trasporto marittimo: il piano ESPO
  2. 3 luglio tavola rotonda “Intermodalità e sistemi integrati di trasporto”
  3. Il Presidente Spinedi alla Conferenza Nazionale Smart Ports
  4. Sergio Crespi, Direttore Generale di Interporto Bologna, alla tavola rotonda “Porti, Interporti e Ferrovie. Una grande opportunità per il Mediterraneo e l’Europa: il ruolo della Puglia”
  5. Tavola Rotonda THESI srl GIORNATA INTERNAZIONALE DEL MARITTIMO 2016

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=80413

Scritto da Abele Carruezzo su nov 1 2020. Archiviato come Ambiente, Cultura, Internazionale, News, Porti, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab