Home » Infrastrutture, Italia, Legislazione, Logistica, Nautica, News, Porti, Trasporti » MARIO MATTIOLI: UN’UNICA CABINA DI REGIA PER RISPONDERE ALLE SFIDE STRATEGICA DEL MONDO MARITTIMO

MARIO MATTIOLI: UN’UNICA CABINA DI REGIA PER RISPONDERE ALLE SFIDE STRATEGICA DEL MONDO MARITTIMO

Il 15 novembre, presso la sede di Confitarma, si è tenuta la seconda giornata del mare organizzata da Limes.

Al dibattito conclusivo, moderato da Lucio Caracciolo, Direttore di Limes, sono intervenuti Giuseppe Bono, Amministratore Delegato di Fincantieri, l’Amm. Giuseppe Cavo Dragone, Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Mario Mattioli, Presidente Confitarma, e Nicola Monti, Amministratore delegato di Edison. Il Presidente di Confitarma, ha ribadito che, “Occorre prendere coscienza del fatto che il mare per noi è fondamentale” Purtroppo, ha aggiunto “Abbiamo perso terreno nei confronti dell’estero.

L’allarme lanciato dalla logistica nazionale – che sconta un gap di competitività che ha raggiunto i 70 mld di euro – sembra aver dato una scossa al sistema. Ma ancora una volta, l’attenzione agli interessi nazionali sembra essere riservata principalmente agli attori logistici di terra, attenuandosi nei confronti degli operatori marittimi. Eppure, come tutti sappiamo, il Mare è il primo e determinante anello della filiera logistica nazionale”. “Mi fa piacere sottolineare – ha detto Mattioli – che l’importanza del mare sia stata ormai riconosciuta anche da Confindustria, che, per la prima volta ha nominato un vice presidente con specifica delega all’economia del mare”.

Eppure “il nostro Paese lascia una componente socio-economica così importante senza una guida unitaria, una cabina di regia che sappia regolare i diversi interessi mettendoli a fattor comune per il bene della società. Ci deve essere sinergia tra tutti gli attori – istituzioni e industria – dell’economia blu perché siamo tutti connessi. Ora dobbiamo allearci, e far sì ci sia una cabina di regia che parli con una voce sola, altrimenti si complica invece di semplificare”.

“Sottolineo che la sfida che nelle prossime settimane attende la nostra Amministrazione- ha concluso Mario Mattioli – è fondamentale per la marittimità nazionale. Mi riferisco all’estensione dell’impianto normativo del Registro Internazionale e della Tonnage Tax alle bandiere comunitarie, come richiesto dalla Commissione, che dovrà essere necessariamente perimetrato limitando i beneficiari alle sole compagnie armatoriali ubicate in Italia, così tutelando la rotta dell’interesse nazionale, della sua industria e del suo indotto”.

Leggi anche:

  1. MARIO MATTIOLI: BENE LE MISURE DEL DECRETO AGOSTO MA SONO URGENTI INTERVENTI STRUTTURALI
  2. MARIO MATTIOLI PLAUDE AL VIA LIBERA ALLA RIPARTENZA DELLE CROCIERE
  3. COVID-19-MARIO MATTIOLI: GARANTITI I COLLEGAMENTI CON LE ISOLE
  4. Mattioli auspica che il nuovo governo dedichi maggiore attenzione al settore marittimo
  5. MATTIOLI: DARE UNA VOCE UNICA AL MARE

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=80618

Scritto da Redazione su nov 16 2020. Archiviato come Infrastrutture, Italia, Legislazione, Logistica, Nautica, News, Porti, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab