Home » Ambiente, Cultura, Infrastrutture, Italia, Legislazione, News, Porti, Trasporti » Porto di Brindisi: al via il pontile con briccole

Porto di Brindisi: al via il pontile con briccole

Brindisi. Non sappiamo se ci saranno scosse di assestamento sul terremoto politico che l’Amministrazione Comunale ha subito in questi ultimi giorni. L’unica certezza è che la ‘portualità’ relativa allo scalo salentino di Brindisi inizia a vedere, orizzonti futuri e chiari. Infatti, è dell’altro ieri la notifica all’AdSPMAM del parere positivo, da parte del Consiglio Superiore ai Lavori Pubblici, alla realizzazione – tanto dibattuto e contrastato –  ‘pontile con briccole’. Parere che arriva dopo di quello concernente l’approvazione del progetto della ‘vasca di colmata’ da parte della Commissione VIA del Ministero. Si poteva fare prima? Non è dato sapere!

Tutti hanno ragioni da dichiarare. In tempi non sospetti, da queste pagine – IL NAUTILUS Anno 15 N°1-  abbiamo trattato, dal punto di vista tecnico nautico, le potenzialità in termini di sicurezza degli ormeggi di un pontile con briccole rispetto ad altri sistemi nautici. Questa volta ci preme rilevare il parere positivo del Consiglio Superiore LL.PP. perché riteniamo che possa fare scuola per gli appassionati di portualità e di logistica portuale. Diciamo subito che stiamo parlando della notifica del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici relativa all’Affare 80/2020. Porto di Brindisi: Potenziamento degli ormeggi navi ro – ro a Costa Morena Ovest – realizzazione di un pontile con briccole – Adeguamento Tecnico Funzionale.

Viste le note della medesima AdSP prot. 27209 del 26.10.2020 e prot. 27395 del 27.10.2020 di trasmissione di documentazione integrativa; Esaminata la documentazione medesima e gli atti integrativi successivamente trasmessi; Udita la Commissione relatrice (Santoriello, Karrer, Ruol, Mazzola, Simeone, Napolitano, Moretti, Lombardo, Martino, D’Alessandro, Ottolenghi, Capitaneria di Porto di Brindisi, Maggiore), si produce il seguente Parere: – che la proposta, trasmessa dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, avente ad oggetto “Porto di Brindisi: Potenziamento degli ormeggi navi Ro-Ro a Costa Morena Ovest – realizzazione di un pontile con briccole – Adeguamento tecnico funzionale”, rientra tra le fattispecie di adeguamento tecnico-funzionale secondo le norme vigenti; – che, al fine di perfezionare la presente procedura di adeguamento tecnico funzionale, l’Autorità di Sistema Portuale dovrà tener conto di tutte le prescrizioni,

raccomandazioni per garantire la sicurezza della navigazione, di giorno e di notte e in cattive condimeteomarine avverse ed il relativo transito di unità navali in acque portuali. Nel caso all’esame, la Sezione CSLLPP è dell’avviso che la proposta di adeguamento tecnico-funzionale di che trattasi appare coerente con il dettato normativo di cui al comma 5 dell’articolo 5 della legge 21 gennaio 1994, n. 84 e ss.mm.ii e con l’indirizzo metodologico e concettuale fornito dalle “Linee guida”. Ciò perché la proposta medesima attiene a: – “modifiche non sostanziali agli assetti planimetrici delle opere esterne e interne“; – “modifiche non sostanziali alla caratterizzazione funzionale delle aree portuali”.

Infatti, il progetto prevede l’ampliamento della funzione di ormeggio di traghetti ro-ro, in area adiacente ad altra (Sant’Apollinare) già destinata alla stessa funzione, (non ancora realizzata), senza andare in contrasto con la funzione dell’area individuata, che nel PRP e nel DPSS, recentemente approvato, è destinata ad area portuale operativa per l’ormeggio e lo scarico e carico dei traghetti ro-ro e ro-pax. A tale proposito, più volte, abbiamo richiamato, da queste pagine, l’esistenza, già dal 2004 di un’ordinanza della Capitaneria di Porto di Brindisi, che disciplinava gli ormeggi del porto, e destinava Costa Morena al traffico traghetti passeggeri e ro-ro; garantendo in questo modo una giusta sintesi in termini di massima ottimizzazione dei servizi e delle attività umane connesse a quest’area portuale.

Aspetti di merito. Esaminati gli atti prodotti, finalizzati alla messa in sicurezza sia in fase di accosto sia di ormeggio di navi ro-ro che attraccano alla banchina di Costa Morena Ovest, ma che attualmente utilizzano le ancore di prua per il mantenimento in posizione perpendicolare, si ritiene fondata la proposta di ATF. Il presente parere attiene esclusivamente ai profili pianificatori, trattandosi di proposta di ATF al vigente PRP.

Aspetti di pianificazione/urbanistici. Sotto il profilo urbanistico non sono state rilevate particolari criticità, pertanto la Sezione assume la dichiarazione di “non contrasto”dell’opera con l’interfaccia porto-città.
Aspetti ambientali. Dalla relazione ambientale corredata delle relative cartografie tematiche non si rilevano vincoli naturalistici, ambientali, idrogeologici e paesaggistici.

Aspetti normativi ambientali. La Relazione ambientale sintetica agli atti, fornisce un quadro abbastanza esauriente del contesto interessato dalla proposta in esame, evidenziando che il progetto che discenderà dall’ATF non ricade in aree appartenenti alla Rete Natura 2000 né all’interno di Aree protette regionali (la più vicina dista 2 km circa) o aree caratterizzate da emergenze vegetazionali o paesaggistiche. L’ATF ricade nel Sito di bonifica d’interesse nazionale di Brindisi, in quanto il porto ne è parte integrante. Da quanto presente agli atti, la realizzazione del progetto dell’opera sottesa all’ATF non prevede interventi di dragaggio. Non si evidenziano, altresì, nuovi carichi ambientali in termini di flussi veicolari e traffici portuali, considerato che, come sopra indicato, la proposta di ATF non è finalizzata ad introdurre ulteriori funzioni di piano o nuove rispetto alle esistenti.

Infine, riportiamo quanto ha dichiarato il presidente dell’AdSPMAM, prof. Ugo Patroni Griffi, in occasione della sua Memoria su risoluzioni all’esame delle Commissioni VIII e IX della Camera dei Deputati, oltre a dichiararsi soddisfatto del parere positivo del CSLLPP sull’affare pontile con briccole: “Sotto il profilo della portualità il problema non è rappresentato tanto dalle risorse, quanto è invece dalla farraginosità delle procedure per la realizzazione delle opere. Solo in parte attenuata dal D. L. Semplificazioni. Infatti i tempi di ‘attraversamento’ sono ancora biblici, e a ragione non solo dell’amplissimo perimetro delle amministrazioni coinvolte nel procedimento autorizzativo delle opere portuali, del moltiplicarsi delle procedure valutative, ma soprattutto della sussistenza per molte amministrazioni di termini meramente ‘ordinatori’ e non ‘perentori’ per la richiesta di chiarimenti ed integrazioni documentali, e per la non generalizzata applicazione dell’istituto del silenzio/assenso.”.

E nel sottolineare che il progetto pontile con briccole non aveva bisogno di dragaggi ha detto: “ Tra le opere maggiormente in affanno vanno annoverati proprio i dragaggi. La principale opera portuale, essenziale al mantenimento dell’efficienza dell’infrastruttura e funzionale all’attrattività della stessa sul mercato. Infatti è regola dell’economia marittima che è il porto a doversi adeguare alle navi, e non viceversa.”. Comprendiamo che l’argomento ‘dragaggi’ è interessante e soprattutto riguardo le leggi in materia su cui Stato, Regione e Provincie hanno norme che andrebbero rivisitate per il semplice fatto che le navi non sono più le caravelle di Cristoforo Colombo.

 

Abele Carruezzo

Short URL: https://www.ilnautilus.it/?p=80942

Scritto da su Dic 1 2020. Archiviato come Ambiente, Cultura, Infrastrutture, Italia, Legislazione, News, Porti, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab