peyrani
Home » Regate, Sport » Audi Sailing Series Melges 20: Bela Vita tra rammarico e soddisfazione

Audi Sailing Series Melges 20: Bela Vita tra rammarico e soddisfazione

Sabato 16 aprile, ore 20.00. Bela Vita ha chiuso la giornata d’apertura della seconda tappa dell’Audi Sailing Series Melges 20 dietro al solo Let’s Roll grazie a un nono e due primi di manche. Alessandro Molla, Niccolò Bianchi e Michele Mennuti attendono il verdetto della Giuria, chiamata a decidere nel merito di una protesta presentata contro lo Spring Sailing Team in seguito a un controllo di stazza che ha evidenziato la mancanza della cima dell’ancora, dotazione di sicurezza che il regolamento di classe definisce come obbligatoria. Constatata l’infrazione, regolamento alla mano ai giudici non resta che una sola possibilità: squalificare Bela Vita da tutte le prove disputate nel corso della giornata. Una decisione grave ma inevitabile, che fa sprofondare Alessandro Molla e il suo equipaggio nel rammarico. Oltre a cancellare l’esito encomiabile di un’impegnativa giornata di regate, la triplice squalifica pesa come un macigno sul proseguo della stagione dello Spring Sailing Team che, persa la possibilità di lottare per il successo nel circuito, punta ora sulle affermazioni di tappa e sul Campionato Europeo in programma a Venezia verso la fine di settembre. “Si è trattato di una banale dimenticanza, pagata a caro prezzo e commessa nella più totale buona fede – commenta Molla, che aggiunge – Lo dimostra il fatto che a bordo era presente un estintore, ben più pesante dalla cima dell’ancora e non più richiesto dalle regole”. A rendere meno amaro il week end vissuto alla Marina di Scarlino sono stati la solidarietà ricevuta dalla quasi totalità degli armatori della classe, ai quali Molla, Bianchi e Mennuti hanno inviato una lettera aperta per ringraziarli dell’appoggio ricevuto e per la sottoscrizione di una richiesta di revisione inoltrata alla Giuria, e i tre successi di giornata conquistati tra le boe. Affermazioni che sarebbero valse il successo di tappa. Penalizzati ai fini della classifica, le squalifiche non hanno infatti cancellato l’immagine di un Bela Vita che, ben portato dall’equipaggio e abilmente guidato dalle chiamate di un Niccolò Bianchi in stato di grazia, si è confermato velocissimo in ogni condizione e ha mostrato di poter dare del filo da torcere ai vari Let’s Roll di Recchi-Bressani-Michetti, vincitori anche della seconda frazione, Notaro Team, Turnover e Sei Tu. “Squalifiche a parte non possiamo che essere soddisfatti di quanto fatto tra le boe di Scarlino. Vincere tre prove su quattro nell’ambito di un evento che può contare su una flotta di così alto livello è qualcosa che resta – puntualizza Molla – Siamo stati veloci, precisi in fase di manovra e attenti dal punto di vista tattico. Ma ciò che mi ha impressionato, e che mi ha dato ottime risposte circa la coesione del team, è stata la vittoria conquistata nella quarta prova: dopo la decisione della Giuria era necessaria una reazione, un moto d’orgoglio, e credo che una nuova affermazione sia il modo migliore per ritrovare rinforzare il morale”. Quella di Scarlino è stata la seconda delle quattro tappe dell’Audi Sailing Series Melges 20 2011. Dopo la trasferta in Toscana, lo Spring Sailing Team tornerà in acqua a Trieste (28-29 maggio) e a Malcesine (2-3 luglio). Bela Vita sarà poi tra i protagonisti dell’evento clou della stagione agonistica: Campionato Europeo di Venezia (29 settembre -2 ottobre).

Audi Sailing Series Melges 20, seconda tappa
1. Let’s Roll 2-2-4-3, pt. 11
2. Notaro Team, 5-4-2-8, pt. 19
3. Turnover, 1-7-8, pt. 20
4. Sei Tu, 6-3-9-2, pt. 20
5. Fremito d’Arja, 10-13-3-5, pt. 31

Foto: Renato Tebaldi

Leggi anche:

  1. Audi Sailing Series Melges 20: Bela Vita secondo dopo tre prove
  2. Audi Melges 20 Sailing Series: Bela Vita a Scarlino proveranno a migliorarsi
  3. Audi Melges 20 Sailing Series: La tappa di Napoli secondo Michele Mennuti
  4. Audi Melges 20 Sailing Series: lo Spring Sailing Team chiude al sesto posto
  5. Audi Melges 20 Sailing Series: Spring Sailing Team secondo nella warm-up race

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=599

Scritto da Redazione su apr 19 2011. Archiviato come Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab