peyrani
Home » News, Regate, Sport » IOR CLASS MEETING OIL.B TROPHY: LA FLOTTA E’ GIA’ A SANREMO

IOR CLASS MEETING OIL.B TROPHY: LA FLOTTA E’ GIA’ A SANREMO

Torna il grande appuntamento per la classe IOR, con una manifestazione, organizzata dallo Yacht Club Sanremo in collaborazione con l’associazione “IOR CLASS MEETING Oil.B Trophy”, che dal 2 al 5 giugno radunerà a Sanremo le più belle e importanti imbarcazioni degli anni ’70 e ’80, proprio quelli che hanno fatto la storia dello yachting mondiale. Il 2 giugno si aprirà ufficialmente l’evento con un cocktail inaugurale; le regate inizieranno venerdì, alle 12, dopo il briefing dedicato agli equipaggi.

Sabato sarà la grande giornata di IOR CLASS MEETING Oil.B Trophy, con la prova di classe IOR  a cui seguirà la regata dedicata alle quattro golette già presenti a Sanremo, che correranno per la Coppa Matutia. In occasione di questa manifestazione, infatti, sono arrivate a Sanremo anche quattro tra i più bei schooner al mondo, che sono Elena, Tuiga, Zaca a te Moana e Mariska. Già da oggi è possibile ammirarli sui pontili del Porto Vecchio di Sanremo, dove sono ormeggiati.

Elena, goletta che lo scorso anno ha ricevuto il guidone dello Yacht Club Sanremo, con una grande cerimonia, con Steve McLaren, quale comandante e progettista interno, misura 180 piedi, 55 metri fuori tutto. Singolare la storia di Elena, che inizia nel 1910, con la frase “Costruiscimi uno schooner che possa vincere!”. All’epoca infatti Westward ed Elena erano imbarcazioni identiche, sopra la linea d’acqua, ma Elena, costruita l’anno dopo Westward, anche grazie ad alcune migliorie tecniche, fu sempre vincente rispetto alla gemella. Nel 2002 la leggenda di queste imbarcazioni riprese, con la costruzione, sul modello di Westward, di Eleonora. Poco dopo fu ricostruita Elena e così l’antica rivalità fra queste due regine, che si scontrano nuovamente oggi sui campi di regata di tutto il mondo, è ripresa.

La ricostruzione di Elena è stata basata sui disegni originali e ora, questo splendido schooner, è protagonista di tutti i raduni delle imbarcazioni d’epoca. Zaca a te Moana, 143 piedi per 43 metri di lunghezza, è schooner costruito su disegni originali del 1929 dal cantiere Amstel Shipyard e voluto dall’imprenditore olandese Ed Kastelein. E’ un’imbarcazione di una bellezza classica, sotto vela  supera i 10 nodi di velocità di crociera. Nel 2010 Zaca A Te Moana ha partecipato alle Régates Royales di Cannes. Tuiga, che porta la bandiera dello Yacht Club Monaco, con un palmares invidiabile, in quanto ha vinto praticamente tutto e rappresenta il principato in tutti i più importanti raduni del mondo. Ha festeggiato il centenario nel 2009, a Monaco, con una grande festa. Appartiene alla categoria dei 15 metri stazza internazionale, come la gemella Mariska, anch’essa presente a Sanremo, e sono entrambe imbarcazioni sui 28 metri di lunghezza fuori tutto.

Mariska vincitrice delle Regate Royal di Cannes dello scorso anno, è tornata in mare nel 2009, dopo un restauro integrale durato quasi due anni. Costruita in fasciame di mogano acajou, iroko e teak, è un’imbarcazione caratterizzata da un basso bordo libero, grandi slanci e un armo a cutter aurico. Dopo le regate, per la serata del sabato, è in programma un party allo Yacht Club Sanremo per tutti i regatanti. Domenica ci sarà l’ultimo giorno di regata, con la premiazione e il conferimento del Trofeo Oil.B al termine delle prove.

Per la classe IOR sono molto importanti le imbarcazioni che presenzieranno al raduno; tra queste c’è Bribon V, imbarcazione appartenuta a Juan Carlos, Emeraude, che ha preso parte all’Admiral’s Cup e vincitrice di regate in tutto il mediterraneo; Kerkira IV, imbarcazione legata ad Agostino Straulino, mitico ammiraglio della Marina militare italiana ed eroe della vela italiana; Tarantella vincitrice di numerose edizioni de la “Giraglia” e della Middle Sea Race; Nita, che negli anni ’70 ha riportato la vittoria in tutte le regate più classiche del mediterraneo e Running Tide, che nel 1970 ha vinto la Bermuda Race.

Leggi anche:

  1. YACHT CLUB DI SANREMO: TROFEO COZZI VINCE CLEAN ENERGY
  2. YACHT CLUB SANREMO: SETTIMA EDIZIONE PER IL TROFEO GIANNI COZZI
  3. SABBATINI VINCE LA SANREMO MINI SOLO
  4. Yacht Club Sanremo: domani partono i Mini 6.50 per la regata in solitario
  5. I MINI 6.50 A SANREMO PER 230 MIGLIA IN SOLITARIA

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=1353

Scritto da Redazione su giu 1 2011. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab