peyrani
Home » News, Regate, Sport » America’s Cup: due tappe a Venezia

America’s Cup: due tappe a Venezia

Si terranno a Venezia, nel mese di maggio 2012, le World Series di Coppa America: si tratta delle gare che consentono ai team della competizione velica più famosa del mondo di prepararsi alla Louis Vuitton Cup. La firma è avvenuta oggi tra i vertici dell’America’s Cup e il sindaco di Venezia, Giorgio Orsoni.

Il sindaco della città lagunare è volato a Ferragosto in Portogallo, a Cascais, in concomitanza con una delle tappe delle World Series: è in quei giorni che la candidatura Veneziana ha preso forma concretamente, proprio nei giorni in cui Napoli, altra candidata ad ospitare le WS, sembrava in procinto di chiudere il suo accordo.

Per la città partenopea sembra possa essere valutata l’ipotesi di una ulteriore tappa Made in Italy ma non vi è ancora nessuna conferma. Le regate si terranno fuori dalle bocche di porto della laguna mentre la base operativa sarà allestita all’interno dell’Arsenale: il luogo dove la Serenissima allestiva le sue imbarcazioni.

Per il progetto il Comune sta lavorando da più di sei mesi. L’operazione è finanziata da una serie di sponsor privati e non costerà nulla alle casse comunali anzi è previsto un meccanismo di royalites a vantaggio del Comune.

Salvatore Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Club Nautico Arzachena: esordio sul 555 FIV a Venezia
  2. Porto di Venezia: dal 24 si pagherà la tassa di soggiorno
  3. Porto di Venezia: richiesta certificazione Iso
  4. Porto di Venezia: inaugurato il Terminal Isonzo II
  5. Coppa America: tra i challenger anche Palermo e Venezia, con qualche polemica

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=3710

Scritto da Salvatore Carruezzo su set 4 2011. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°1

BRINDISI - In questo numero lo speciale è destinato alle crociere con i dati di Rsiposte Turismo e le previsioni per il 2017 di un settore ormai fondamentale per l’economia del Paese. Ma anche le importanti novità sulla safety portuale e sui regolamenti dell’Unione Europea sui servizi portali e la trasparenza finanziaria dei porti. Poi i porti di Napoli. Ancona, Trieste, Piombino e Olbia con gli investimenti e le nuove infrastrutture previste nei diversi scali italiani.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab