peyrani
Home » News, Regate, Sport » Melges 32 World Championship: in tre si contendono la vittoria

Melges 32 World Championship: in tre si contendono la vittoria

Che le aspettative fossero per un Mondiale particolarmente equilibrato, non è una novità. Nessuno, però, poteva immaginare di ritrovarsi a due prove dalla conclusione con il titolo conteso da tre equipaggi, per di più radunati in due soli punti.

Alla vigilia della giornata decisiva, infatti, la testa della classifica è occupata da Goombay Smash (oggi 10-2) che solo ieri sera stazionava in quarta posizione, staccato di dieci lunghezze dal leader della prima ora, Samba Pa Ti (28-10).

Nel corso di due prove caratterizzate da una termica leggera e particolarmente instabile, l’equipaggio di William Douglass e del tattico Chris Larson ha saputo approfittare della giornata no capitata agli uomini di John Kilroy, e del mezzo passo falso di Fantastica (3-13), per garantirsi un posto nel gruppo che domani si giocherà il titolo iridato.

Un gruppo completato dai citati statunitensi e dal team di Lanfranco Cirillo, appaiati in seconda posizione a una sola lunghezza da Goombay Smash che, alla vigilia dell’evento organizzato dal Reale Club Nautico di Palma, era considerato qualcosa di più di un outsider.

Insomma, una situazione complicata, sulla quale è davvero impossibile esprimere un pronostico. Troppe, infatti, sono le variabili in gioco. Tra queste il meteo – alcuni bollettini parlano di vento in aumento, altri di condizioni ancora una volta leggere – e il resto della flotta, in seno alla quale si celano le speranze di equipaggi ancora non condannati dalla matematica.

C’è da scommettere che non si daranno certo per battuti anzi tempo gli uomini di Yasha Samurai (7-18), quarti a dieci punti dal gradino più basso del podio, e nemmeno quelli di Torpyone (6-4), protagonisti di una serie solida, loro malgrado minata da tre diciottesimi.

Dietro all’equipaggio di Edoardo Lupi e Branko Brcin irrompe Mascalzone Latino (1-1), oggi vero mattatore della flotta in virtù di due primi di giornata nati dall’ottimo approccio tattico di Francesco Bruni. Certo, mai dire mai, ma chi questa notte difficilmente vivrà sogni di gloria è Argo (21-6), protagonista mancato di un Mondiale che in molti già gli vedevano cucito addosso.

Ogni dubbio, ogni incertazza, troverà risposta domani. A partire dalle 12.30, infatti, sono previste le manche conclusive di una rassegna iridata che ha mostrato una volta ancora quanto affascinante e competitivo sia l’universo Melges 32.

Melges 32 Worlds 2011
1. Goombay Smash, (28)-3-12-6-1-7-10-2, pt. 41
2. Samba Pa Ti, 5-1-10-1-13-2-(28)-10, pt. 42
3. Fantastica, 10-9-3-2-2-(23)-3-13, pt. 42
4. Yasha Samurai, 1-(24)-2-13-7-4-7-18, pt. 52
5. Torpyone, 18-18-6-3-18-1-6-4, pt.56

Foto: Nico Martinez

Leggi anche:

  1. Melges 32 World Championship, tutto può accadere
  2. Melges 32 World Championship: in testa sempre Samba ma Fantastica non molla
  3. Melges 32 World Championship, a ritmo di Samba
  4. Melges 32 World Championship, sulle tracce di B-LinSailing
  5. ORCi World Championship: per Man un avvio convincente

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=4185

Scritto da Redazione su set 23 2011. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab