Home » News, Regate, Sport » Audi Melges 20 Europe Cup: Fratelli Giacomel tenta la fuga

Audi Melges 20 Europe Cup: Fratelli Giacomel tenta la fuga

Dopo due giornate di regate, l’Audi Melges 20 Europe Cup, evento valido come frazione conclusiva del circuito Audi Sailing Series Melges 20, è entrata nel vivo. Grazie alle tre prove odierne, infatti, i protagonisti della manifestazione organizzata dalla Compagnia della Vela in collaborazione con B.Plan Sport&Events, hanno doppiato la boa di metà campionato e cominciano a tirare le prime somme alla luce di una classifica ora completa dello scarto.

Bilancio che, almeno per ora, non può che essere positivo per Audi Fratelli Giacomel (oggi 4-1-3), salito dal secondo al primo posto in virtù di tre piazzamenti che segnano addirittura un miglioramento rispetto alla già ottima giornata di ieri.

“E’ stata una giornata molto positiva – ha commentato il tattico Gabriele Benussi – I numeri parlano chiaro e raccontano di tre ottimi risultati. Sono molto contento, perchè il campo di regata si è rivelato più difficile rispetto a ieri, a causa del vento in calo e della fastidiosa onda lunga che lo ha attraversato. Anche se essere davanti fa sempre piacere, con quattro prove ancora da disputare, i nove punti di vantaggio non permettono certo di dormire sonni tranquilli”.

Il più immediato degli inseguitori è il Reggini Sailing Team (12-2-19): il leader della prima ora è incappato in una giornata storta. Oltre a perdere contatto con lo scafo di Guido Miani e Gabriele Benussi, il team di Francesco Farneti ha subìto il ritorno di Bacio (3-5-7), il Melges 20 dello statunitense Michael Kiss, tra i protagonisti indiscussi del circuito Audi Sailing Series.

Pur perdendo terreno, si conferma quarta forza della classifica B-Lin (2-10-18) di Luca Lalli. Il già campione iridato Melges 32 è sempre incalzato da Notaro Team di Luca Domenici (ocs-3-11), che si è visto privare della vittoria ottenuta nella prima prova odierna a causa di una partenza anticipata.

Giornata tutto sommato positiva per Alessio Marinelli che, al timone di Thule (22-4-1), ha scalato diverse posizioni, passando dal sedicesimo al nono posto. Merito anche delle chimate di Matteo Ivaldi, scaltro nell’agganciare tutti i salti durante la terza prova.

La flotta ha purtroppo perso uno dei protagonisti più attesi. Let’s Roll di Claudio Recchi – Lorenzo Bessani e Federico Michetti con lui – si è infatti ritirato in seguito alla scomparsa del padre di Rufo, raggiunto dal messaggio di cordoglio di tutti i protagonisti dell’evento.

L’Audi Melges 20 Europe Cup riprenderà domani mattina alle 13. Con quattro prove ancora da disputare è facile ipotizzare che il Comitato di Regata punti a mandare in archivio altre tre regate. Ricordiamo che la serie sarà completa con la conclusione della decima manche.

Audi Melges 20 Europe Cup
1. Audi Fratelli Giacomel, 5-1-4-4-1-3, pt. 13 2. Reggini Sailing Team, 3-2-3-12-2-19, pt. 22
3. Bacio, 2-11-7-3-5-7, pt. 24
4. B-Lin, 13-8-2-2-10-18, pt. 35
5. Notaro Team, 8-3-13-ocs-3-11, pt. 38

Foto: BPSC/Studio Borlenghi/Trombetta

Leggi anche:

  1. Audi Melges 20 Europe Cup: Reggini e Audi subito in evidenza
  2. Audi Sailing Series Melges 20: Bela Vita in chiaro scuro
  3. Audi Sailing Series Melges 20: lo Spring Sailing Team quarto a Trieste
  4. Audi Sailing Series Melges 20: Bela Vita secondo dopo tre prove
  5. Audi Melges 20 Sailing Series: lo Spring Sailing Team chiude al sesto posto

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=4361

Scritto da Redazione su set 30 2011. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato a Canale Pigonati di Brindisi; la storia, le potenzialità, le attuali richieste per il suo allargamento al fine di agevolare l’entrata nel porto interno delle grandi navi da crociera. Poi articoli sulle Zes, porti di Ancona, Bari, Campania ma anche le professioni del mare, il lavoro portuale nelle sue specificità ed un interessante racconto del porto di Salerno che nel Mediterraneo rappresenta un ponte tra Oriente ed Occidente.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab