peyrani
Home » News, Regate, Sport » La flotta della Volvo Ocean Race ad Alicante

La flotta della Volvo Ocean Race ad Alicante

Una delle flotte più competitive nella storia della Volvo Ocean Race si sta riunendo ad Alicante in vista della partenza dell’edizione 2011-2012, il cui colpo di cannone verrà dato fra meno di un mese.

Dopo molti mesi di preparazione e allenamento nelle basi in diversi luoghi del mondo, i sei equipaggi composti dai migliori velisti del pianeta sono giunti nel porto spagnolo per il countdown finale al giro del mondo a vela.

Sono cinque i Volvo Open 70 già ad Alicante e con l’arrivo domani di Mar Mostro del PUMA Ocean Racing team si completerà la flotta dell’undicesima edizione di quella che viene a ragione considerata come la sfida più dura della vela professionistica.

I sei team che si apprestano a dare battaglia per la conquista del Volvo Ocean Race Trophy sono lo spagnolo Team Telefónica, il cinese Team Sanya, il francese Groupama sailing team, gli ispano/neozelandesi di CAMPER with Emirates Team New Zealand, gli emiratini di Abu Dhabi Ocean Racing e gli statunitensi di PUMA Ocean Racing powered by BERG Propulsion.

Gli equipaggi sono composti da star della vela olimpica, campioni del mondo e veterani degli oceani tanto da far contare ben otto medaglie olimpiche- quattro ori e quattro argenti- e non meno di 160 circumnavigazioni del globo, solo nelle edizioni passate della Volvo Ocean Race/Whitbread Round the World Race.

Non c’è dunque più tempo perché un possibile settimo team possa far parte del gruppo, visto che il primo appuntamento è fissato per il 29 ottobre con la In-Port race e la partenza per Città del Capo avverrà il 5 novembre.

Knut Frostad, Chief utive della Volvo Ocean Race: “L’arrivo di tutte le barche ad Alicante è un momento importante per la Volvo Ocean Race, è bello vederle qui, una affianco all’altra, e ci fa capire l’entità della sfida che le attende.

Personalmente, credo che si sia raggiunto un obiettivo importante con una flotta così competitiva sulla linea di partenza, se si considera anche la crisi finanziaria che ha colpito l’Europa. I sei team rappresentano il meglio di quanto ci sia in termini di talento velico e non ho dubbi che questa sarà la migliore Volvo Ocean Race dei suoi 38 anni di vita.”

Mentre fervono i preparativi finali, l’atmosfera ad Alicante si sta riscaldando con i team che si apprestano a passare dalla fase di allenamento a quella di regata vera e propria.

Una parte del porto è stata temporaneamente trasformata in cantiere per i team che devono effettuare lavori dell’ultimo minuto sui super-tecnologici Volvo Open 70.

L’obiettivo più prossimo per tutti i velisti è una tappa di qualifica corta, che partirà da Alicante il 7 ottobre. La navigazione di circa 600 miglia permetterà loro, e agli organizzatori, di risolvere eventuali problemi dell’ultima ora e costituirà anche la prima vera opportunità di confrontare le prestazioni prima della In-Port Race.

All’azione in mare corrisponderà anche altrettanta animazione a terra, con l’apertura del Race Village il prossimo 14 ottobre. Il Race Village infatti, sarà ricco di attrazioni per il pubblico come il cinema 3D, un simulatore che farà provare l’emozione di viaggiare a 25 nodi su un Volvo Open 70, delle sfide ai verricelli per mettere alla prova la propria forza o ancora una zona di intrattenimento riservata ai più piccoli.

Dopo la In-Port Race, sarà il momento della  Legends Regatta and Reunion che vedrà velisti che hanno fatto parte di oltre 60 equipaggi delle precedenti edizioni della Volvo Ocean Race/Whitbread Round the World Race e 15 barche mitiche del passato, darsi appuntamento ad Alicante dal 1 al 5 novembre.

E, sabato 6 novembre, sarà il grande momento della flotta delle sei barche della Volvo Ocean Race che dovranno affrontare le 6.500 miglia di difficile navigazione dalla Spagna, attraverso l’oceano atlantico, fino a Città del Capo in Sudafrica.

Leggi anche:

  1. Mike Sanderson rinuncia alla qualifica della Volvo Ocean Race: operato d’urgenza
  2. Volvo Ocean Race cambia rotta per il rischio pirateria
  3. IOR CLASS MEETING OIL.B TROPHY: LA FLOTTA E’ GIA’ A SANREMO
  4. Regate sotto il tiro dei pirati
  5. CERIMONIA PER IL VARO DELLA FLOTTA DI J22

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=4350

Scritto da Redazione su set 30 2011. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°1

BRINDISI - In questo numero lo speciale è destinato alle crociere con i dati di Rsiposte Turismo e le previsioni per il 2017 di un settore ormai fondamentale per l’economia del Paese. Ma anche le importanti novità sulla safety portuale e sui regolamenti dell’Unione Europea sui servizi portali e la trasparenza finanziaria dei porti. Poi i porti di Napoli. Ancona, Trieste, Piombino e Olbia con gli investimenti e le nuove infrastrutture previste nei diversi scali italiani.
www.brindisi-corfu.it telebrindisi.tv poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab