peyrani
Home » News, Regate, Sport » Volvo Ocean Race: la principessa Letizia di Spagna madrina di Telefónica

Volvo Ocean Race: la principessa Letizia di Spagna madrina di Telefónica

Il principe Felipe di Borbone e la principessa Letizia Ortiz porteranno un tocco di nobiltà alla Ocean Race prima che la flotta si affronti per la prima volta nella regata di qualificazione, che partirà domani da Alicante.

La principessa Letizia sarà la madrina di Team Telefónica nella cerimonia che si terrà al Race Village di Alicante alle 11.30. La principessa donerà una bandiera spagnola all’equipaggio di Team Telefónica, guidato dalla medaglia d’oro olimpica Iker Martínez, prima di accompagnare il principe Felipe, anch’egli velista olimpico ed erede al trono, in una visita di tutte le barche.

Dopo la cerimonia Team Telefónica si riunirà con Team Sanya, Abu Dhabi Ocean Racing, PUMA Ocean Racing powered by BERG Propulsion, Groupama sailing team e CAMPER with Emirates Team New Zealand verso la linea di partenza della prova di qualifica che partirà alle 15.00. Alla partenza assisteranno anche il sindaco di Alicante Sonia Castedo e il presidente della Generalitat Valenciana Alberto Fabra.

Il direttore della regata Jack Lloyd ha spiegato che l’obiettivo della prova, che non assegnerà punti, è di assicurare che tutti i sistemi di sicurezza siano verificati appieno prima della partenza del giro del mondo a vela, che porterà i velisti a navigare su tutti gli oceani del pianeta per oltre 39.000 miglia.

Ai team verrà chiesto di effettuare diverse prove fra cui un test di uomo a mare per porvare la competenza dell’equipaggio e il nuovo sistema di identificazione messo a punto dal sistema di identificazione. Nel corso della regata sul percorso Alicante, Palma di Maiorca e ritorno, gli equipaggi proveranno anche il sistema di timoneria automatico e le vele da tempesta.

“La regata di qualifica è una novità che abbimo deciso di introdurre dopo la regata del 2008/2009 che è stata accolta con favore dai velisti” ha detto Jack Lloyd. L’obiettivo è quello di mettere alla prova l’equipaggiamento di sicurezza, le procedure, i sistemi di comunicazione in vista della prima In-port race del 29 ottobre. La regata non dà punti, ma è sicuramente la prima opportunità per i team di scontrarsi direttamente.”

Per alcuni skipper la regata rappresenta un’opportunità di confrontarsi ma, certamente alcuni dettagli come il disegno delle vele, le caratterisrtiche delle barche saranno nascoste con discrezione fino a che non entrerà in gioco il sistema di punteggio.

“Credo che quando si mette insieme una flotta così, con velisti così forti tutti vogliano regatare veramente” ha fatto notare Ian Walker, skipper di Azzam dell’Abu Dhabi Ocean Racing.

Anche Chris Nicholson skipper di CAMPER è d’accordo: “E’ facile considerare questa prova solo come un test, ma si sa che quando si arriva sulla linea di partenza con gli altri tutto cambia.”

Secondo Ken Read skipper di PUMA Ocean Racing questa regata è una novità importante perché aiuta a essere certi che tutti i velisti navighino in sicurezza. “Non so se altri organizzatori lo abbiano fatto in precedenza, ma la cosa certa è che sarà molto più di una semplice regata di prova.”

Lo skipper di Telefónica Iker Martínez ha invece detto che il suo obiettivo primario è verificare che i sistemi di sicurezza siano a punto. “In regata senz’altro cercheremo di fare del nostro meglio, ma questa è una tappa di test dove è importante verificare di poter navigare sicuri.”

Sembra che Mike Sanderson potrà avere un ruolo nella regata malgrado sia ancora convalescente dall’operazione di appendicite subita la scorsa settimana. “Se starò abbastanza bene mi piacerebbe poter essere a bordo per la parte costiera, prima che il team prenda il largo. Naturalmente i medici dovranno darmi il permesso di farlo e  ciò significherebbe anche essere in dodici per la prima parte della tappa.”

La regata di qualifica partirà dalla zona della spiaggia di Postiguet  di Alicante alle 15.00 di venerdì 7 ottobre. La flotta correrà su un percorso costiero verso Cabo de las Huertas e ritorno sulla linea, prima di far rotta verso Tabarca,  Palma di Maiorca e di nuovo verso Alicante. Si prevede che la flotta possa concludere domenica 9 ottobre.

La prima In-port della Volvo Ocean Race si terrà ad Alicante il 29 ottobre, prima della partenza della flotta per la prima tappa, verso Città del Capo il 5 novembre.

Leggi anche:

  1. La Volvo Ocean Race lancia il progetto Keep the Oceans Clean
  2. La flotta della Volvo Ocean Race ad Alicante
  3. Mike Sanderson rinuncia alla qualifica della Volvo Ocean Race: operato d’urgenza
  4. Volvo Ocean Race cambia rotta per il rischio pirateria
  5. Rolex Volcano Race: domani il via con l’incognita meteo

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=4510

Scritto da Redazione su ott 6 2011. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 11 N°3

BRINDISI - In quest’ultimo numero del 2016, Il Nautilus dedica il suo speciale ai porti del Nord Sardegna che registrano traffici in crescita e allo stesso tempo si trasformano migliorando le infrastrutture. Livorno, Genova e Trieste sono al centro degli altri focus in cui si evidenziano i risultati e le nuove strategie degli scali. I risultati del settore crocieristico a livello nazionale ed internazionale emergono dagli studi di Clia e Risorse Turismo; poi come il Decreto Cociancich rivoluziona il Registro Navale Italiano; la politica dei sinistri marittimi; ed ancora i porti di Napoli e Taranto sono gli argomenti trattati in questo numero.
www.brindisi-corfu.it telebrindisi.tv poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab