peyrani
Home » News, Regate, Sport » Imperia: presentata la Iª edizione del “Memorial Ernesto Quaranta” in programma dal 28 al 30 ottobre

Imperia: presentata la Iª edizione del “Memorial Ernesto Quaranta” in programma dal 28 al 30 ottobre

Questa mattina nella sede della Porto di Imperia Spa, il sindaco Paolo Strescino, Luca Volpe, Assessore al Turismo e alle Manifestazioni, Lucio Carli, Presidente Assonautica Provinciale di Imperia e Fulvio Parodi, Presidente Porto Maurizio Yacht Club, hanno presentato la prima edizione del “Memorial Ernesto Quaranta”.

Approda ad Imperia la prima edizione del “Memorial Ernesto Quaranta”. Si tratta di una regata che si svolgerà dal 28 al 30 ottobre e che vedrà impegnati 18 equipaggi provenienti da 6 nazioni. Il vero protagonista di tutto ciò è il “Dragone”, un’imbarcazione di quasi 9 metri a vela che è stata costruita negli anni 30. La manifestazione si svolgerà nel vecchio bacino di Porto Maurizio, le barche, infatti, verranno ormeggiate davanti alla palazzina liberty della spiaggia d’oro.

“Ernesto Quaranta – dice la Porto di Imperia Spa – è uno dei pionieri che insieme ad alcuni imperiesi ha fatto la storia dello yachting di Porto Maurizio, un galantuomo, un appassionato e praticante di vela. La Porto di Imperia Spa, oggi, formula i migliori auspici per questa manifestazione, che abbia un grande successo anche qui da noi, che possa crescere e quindi che dia un grande contributo per lo sviluppo della nautica e della vela e della diportistica”.

Interviene anche l’assessore alle manifestazioni, Luca Volpe: “Per l’amministrazione è una grande soddisfazione accogliere questa manifestazione in questo meraviglioso porto. Una manifestazione che è dedicata ad Ernesto Quaranta che tutti noi conosciamo per quello che ha fatto per la marineria su Porto Maurizio. È evidente che un porto come questo che si apre al mondo attraverso una manifestazione del genere sicuramente ci può dare una vetrina ulteriore che auspichiamo che possa essere un volano che possa portare un volano per portare altre manifestazioni del genere”.

“Il Porto Maurizio Yacht – ha detto il suo presidente, Fulvio Parodi, presidente – ha lanciato molte sfide anche forse un po’ folli ma è andato sempre avanti. Il Dragone è una barca disegnata nel 1928 e poi varata nel ’29 e quindi ha 82. Malgrado l’età, tutt’oggi, è competitivissima, aggiornatissima e tecnicamente al top. La prima sfida è quella di prendere la barca e di andarsi a confrontare con questi professionisti della vela, la seconda è stata quella di portarla ad Imperia perché riteniamo che questa manifestazione possa servire alla città. Devo ringraziare Carlo Conti per la disponibilità che ci ha dimostrato e l’Assonautica e Lucio Carli per l’appoggio logistico e burocratico che ci ha dato.

“Come Assonautica – ha detto Lucio Carli, presidente dell’associazione – abbiamo colto questa opportunità perché i dragoni sono una classe stupenda che continua a dare un legame con quello che sono le vele d’epoca”.
Infine interviene anche il sindaco di Imperia, Paolo Strescino: “Questa regata si potrà fare grazie ad un’idea di Fulvio, alla disponibilità della Porto di Imperia Spa, all’Assonautica. Al di là dalla regata che verrà dedicata ad Ernesto Quaranta che è una parte di storia della nostra città, c’è un recupero delle nostre tradizioni.

Credo che questo porto sia il valore aggiunto della città, è senza dubbio il nostro biglietto da visita. Non mi seno di escludere che questo tipo di regata diventi un classico per Imperia. Stiamo lavorando anche per far diventare l’appuntamento con le “Vele d’Epoca” annuale e a corollario ci stanno questo tipo di manifestazioni. Ogni angolo di Imperia parla di mare e quindi è la nostra vocazione e per fortuna si abbina con la vocazione turistica che sta entrando sempre di più nel tessuto cittadino”.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=4653

Scritto da Redazione su ott 10 2011. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 7 N°2

nuovo numeroIn questo numero uno speciale sulle Lame pugliesi e la procedura che porta il solco erosivo a diventare baia. All'interno un approfondimento sulle norme allo studio dell'Unione europea per combattere la pirateria, le rotte liguri che portano a Rotterdam, il valore di un porto rapportato al costo dei servizi, le regole del federalismo applicate alla portualità, un'intervista esclusiva a Claudio Guerrieri sulla situazione del comparto nautico nella provincia di Lucca, la stagione crocieristica dei porti del Nord Sardegna, un resoconto dell'Authority di Ancona e i progetti di Massidda per il porto di Cagliari.
telebrindisi.tv telebrindisi.tv poseidone danese bocchedipuglia peyrani

© 2012 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab