peyrani
Home » News, Regate, Sport » Le barche da leggenda pronte per la Legends

Le barche da leggenda pronte per la Legends

Il race village di Alicante si sta sempre più animando con l’arrivo di un gran numero di velisti leggendari che hanno preso parte alle precendenti Whitbread e Volvo Ocean Race pronti a rincontrarsi per la Legends Regatta and Reunion.

Punto d’attrazione dell’evento, che si svolge da oggi fino al 5 novembre, è la flotta delle 16 barche che sono state protagoniste delle scorse dieci edizioni del giro del mondo a vela e che si ritroveranno in mare per due giorni di regata assolutamente speciali mercoledì e giovedì.

I partecipanti arrivano da tutta Europa, ci sono barche che hanno preso parte alla prima edizione della Whitbread Round the World Race nel lontano 1973-74 fino agli scafi più recenti della Volvo Ocean Race 2008-09.

L’attenzione del pubblico e degli appassionati andrà fra gli altri al match race fra i due Whitbread 60 Heineken, la prima barca costruita secondo le regole della classe nel 1993-94per un equipaggio tutto al femminile, e Assa Abloy della regata 2001-02.

Altrettanto affascinante sarà la battaglia fra i maxi Rothmans, Charles Jourdan, Steinlager 2 e Fisher & Paykel, per la prima volta di nuovo in mare dall’edizione 1989-90. Nella baia di Alicante regaleranno anche due  Volvo Open 70 della scorsa edizione Telefónica Black and Green Dragon.

C’è una sola, storica, barca che prese parte alla prima Whitbread Race nel 1973-74 e che batte bandiera italiana, lo Swan 55’  Tauranga, mentre la Marina Reale britannica sarà rappresentata da Dasher, in regata nel 1997-98 mentre il più longevo scafo, con ben cinque partecipazioni consecutive alla Whitbread Round the World Race, è il maxi Great Britain II che pure fa bella mostra di sé sulla banchina di Alicante.

All’edizione del 1997-98 la bandiera britannica sventolava a poppa del 65 piedi King’s Legend, quella norvegese sull’elegante  57’ Berge Viking e quella francese a bordo del 65  Gauloises III nell’edizione 1981-82.

Un altro scafo tricolore è L’Espirit d’Equipe, che vinse l’edizione 1985-86.

La flotta della Legends correrà su un percorso comune, ma date le differenze in dimensioni e prestazioni delle barche e per avere un finale il più affascinante possibile, ci saranno delle partenze scaglionate con gli yacht più “anziani” e meno veloci avranno del vantaggio su quelli più nuovi e moderni.

Oltre a quelli che saranno a bordo, centinaia di veterani delle regate intorno al mondo sono arrivati ad Alicante per assistere alla regata, rivedere vecchi amici e partecipare agli eventi sociali in programma.

Naturalmente nella città spagnola sono presenti anche i testimonial dell’evento Lady Pippa Blake, Tracy Edwards MBE, Juan Vila, Magnus Olsson, Skip Novak, Pierre Fehlmann e Alain Gabbay.

Il vincitore overall della Volvo Ocean Race Legends Regatta riceverà il prestigioso Sir Peter Blake Trophy, un trofeo creato nel  1926 dalle mani di Lady Pippa Blake in memoria del compianto, grandissimo skipper Sir Peter Blake, che fu protagonista delle prime cinque edizioni della Whitbread Round the World Race e vinse tutte cinque le tappe dell’edizione 1989-90 a bordo di Steinlager 2.

Leggi anche:

  1. Volvo Ocean Race Legends Regatta: i magnifici quindici
  2. Alain Gabbay ambasciatore della Volvo Ocean Race Legends Regatta
  3. Volvo Ocean Race Legends Regatta: ritornano anche i campioni francesi
  4. La battaglia ricomincia: anche Fisher & Paykel alla Legends Regatta
  5. ASSA ABLOY fra i “giovani” della Legends Regatta

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=5054

Scritto da Redazione su nov 1 2011. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°3

BRINDISI - In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alle crociere, a livello nazionale ed internazionale, con i nuovi dati di Risposte Turismo: dalla classifica dei porti italiani in base al numero di croceristi alle previsioni per il 2018 con i programmi dei porti già fissati con le grandi compagnie. Poi un focus di Stefano Carbonara sul cyber crimine applicato al mondo dello shopping con lo contromosse necessarie. Da Assologistica arrivano anche le indicazioni per il mondo dei porti e non solo, con tendenze e lacune da colmare. Ad Ancona, Napoli, Trieste, Venezia, Brindisi e Livorno sono dedicati tanti servizi sulle ultime notizie che giungono da questi scali dopo la riforma dei porti..
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab