Home » News, Regate, Sport » America’s Cup: sorpresa Energy Team

America’s Cup: sorpresa Energy Team

Al termine delle tre regate di flotta disputate nel corso del pomeriggio statunitense, a tallonare il battistrada è il solito Emirates Team New Zealand (2-3-5), in ritardo di un solo punto rispetto alla rivelazione transalpina.

In terza posizione, a due punti dalla vetta, si attesta Oracle Racing Spithill (5-4-2), per il quale vale la logica del bicchiere mezzo pieno: in tutte le regate, il team statunitense è incappato in penalizzazioni dalle quali ha recuperato abilmente grazie all’ottima velocità e a scelte tattiche azzeccate.

La regolarità è stata la chiave di volta della prima giornata di regate valide ai fini del San Diego Match Racing Championship, evento di apertura della terza frazione dell’Americàs Cup World Series. A essere premiato da una serie di piazzamenti nella top five è stato l’equipaggio francese di Energy Team (3-5-1) che, guidato dal debuttante Yann Guichard, già nel corso del primo week end di regate aveva dimostrato ottimi spunti prestazionali.

«Per noi è stata una giornata perfetta: siamo partiti bene e la velocità era notevole -ha commentato un felicissimo Guichard-. Sono molto contento. Il team ha fatto davvero un ottimo lavoro. Mi sento a mio agio e di volta in volta miglioro il mio feeling con la barca. Credo che vedere un piccolo team come il nostro ottenere risultati importanti sia un bel messaggio per il nostro sport».

Leggi anche:

  1. Este 24: in testa il team di Ugolini
  2. America’s Cup: a San Diego la seconda prova
  3. Americas Cup: allenamenti già in corso
  4. Audi Sailing Series Melges 20: lo Spring Sailing Team quarto a Trieste
  5. YACHT CLUB DI SANREMO: TROFEO COZZI VINCE CLEAN ENERGY

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=5397

Scritto da Redazione su nov 17 2011. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato a Canale Pigonati di Brindisi; la storia, le potenzialità, le attuali richieste per il suo allargamento al fine di agevolare l’entrata nel porto interno delle grandi navi da crociera. Poi articoli sulle Zes, porti di Ancona, Bari, Campania ma anche le professioni del mare, il lavoro portuale nelle sue specificità ed un interessante racconto del porto di Salerno che nel Mediterraneo rappresenta un ponte tra Oriente ed Occidente.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab