peyrani
Home » News, Regate, Sport » Volvo Ocean Race: PUMA a bordo del cargo, destinazione Città del Capo

Volvo Ocean Race: PUMA a bordo del cargo, destinazione Città del Capo

Arrivano buone notizie da Tristan da Cunha, la sperduta isoletta dell’Atlantico meridionale dove PUMA Ocean Racing ha completato con successo la difficile operazione di carico sul cargo, che riporterà la barca a Città del Capo. Si apre ora un’altra corsa contro il tempo per il team americano, che aveva disalberato nel corso della prima tappa della Volvo Ocean Race, per riuscire ad essere alla partenza della seconda frazione.

Ken Read, skipper di PUMA Ocean Racing powered by BERG, ha descritto l’operazione di recupero come “stressante” e il general manager del team Kimo Worthington ha confermato che tutto si è svolto in sicurezza. “Le operazioni di carico sono state portate a termine, e contiamo di partire nella prossima ora.” Il carico di Mar Mostro a bordo della nave si è svolto in una zona vicina alla costa dell’isola, con acqua sufficiente, dove la maggiore preoccupazione era quella delle condizioni del mare. Delle onde formate, infatti avrebbero potuto creare problemi o, peggio, causare ulteriori danni allo scafo.

“Come tutto quello che abbiamo fatto negli ultimi cinque anni, si è trattato di una cosa non prima di rischi…” ha detto lo skipper statunitense. Prima di lasciare Tristan da Cunha, Ken Read ha avuto parole di ringraziamento per la piccola comunità locale: “I ragazzi si sono innamorati di questo posto e della sua gente, sono stati degli ospiti assolutamente eccezionali. Non potremo mai ripagarli per quello che hanno fatto per noi, ci hanno dato speranza, comodità in un momento duro per noi. E’ difficile dire arrivederci e grazie a Tristan da Cunha, è un momento dolce e amaro al tempo stesso.”

Ci vorranno fra i quattro e i cinque giorni perché la nave possa tornare nel porto sudafricano, dove ora si trovano le altre cinque barche partecipanti alla regata. Nel corso del viaggio, l’equipaggio si metterà all’opera per riparare la barca e guadagnare tempo. PUMA spera di poter arrivare a Città del Capo il 6 dicembre, data che potrebbe essere sufficiente per montare il nuovo albero e partecipare alla In-port race del 10 dicembre.

L’albero di rispetto, infatti è in viaggio via terra da Johannesburg dove è arrivato via aereo dagli Stati Uniti, ed è atteso nella mattinata di domani, sabato a Città del Capo.

Foto: Amory Ross/PUMA

Leggi anche:

  1. Volvo Ocean Race: Groupama a Città del Capo domani
  2. Volvo Ocean Race: finale con vento per i leader, prua su Città del Capo
  3. Volvo Ocean Race: rotta verso Città del Capo
  4. Volvo Ocean Race: PUMA si ferma, Telefonica continua a tutto gas
  5. Volvo Ocean Race: disalberamento di Puma Mar Mostro

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=5762

Scritto da Redazione su dic 2 2011. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 11 N°2

BRINDISI - Uno speciale su porto di Venezia, dagli accordi internazionali con Tianjin e Rostock alla crescita dei traffici grazie alla “cita del ferro”, è tra gli argomenti di questo nuovo numero della rivista Il Nautilus. All’interno anche i porti del Nord Sardegna in continua crescita sul fronte dei passeggeri. A cura di Stefano Carbonara, le ultime novità sul pronunciamento dell’Aja nell’arbitrato delle Filippine. Poi i dati Nomisma sul porto di Genova, l’autostrada del mare di Livorno verso Fujairah, l’adeguamento dei porti rispetto alla pesatura dei container e la piattaforma di Vado Ligure finanziata dall’Unione europea. Infine i costi dei porti green, da Adriatic Sea Tourism Report un focus sui porti dell’Adriatico, l’importanza dell’acquacoltura, il piano regolatore di Salerno e le gare di motonautica che si sono svolte a Brindisi a luglio.
www.brindisi-corfu.it telebrindisi.tv poseidone danese

© 2016 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab