Home » News, Regate, Sport » 470 Junior World Championship: sempre primi gli azzurri Sivitz Kosuta-Farneti

470 Junior World Championship: sempre primi gli azzurri Sivitz Kosuta-Farneti

Nel quinto giorno di regata gli azzurri Simon Sivitz Kosuta e Jas Farneti (YC Cupa) confermano il loro dominio con un distacco di 22 punti al Mondiale 470 Junior in svolgimento a Auckland in Nuova Zelanda.

Vento da sud-ovest a 15-18 nodi e con grandi oscillazioni in direzione. L’equipaggio italiano formato da Simon Sivitz Kosuta-Jas Farneti è sempre al primo posto con ben 8 primi piazzamenti (parziali ((9)-1-1-1-1-1-1-1-1-6) e 14 punti. Gran rimonta nella decima prova degli azzurri che dopo una cattiva partenza, hanno passato la prima boa di bolina al 13° posto, ma lato dopo lato sono riusciti a guadagnare posizioni tagliando il traguardo al 6° posto. Secondi i kiwi Turner-Drummond (parziali 7-2-3-3 (-13)-4-3-7-2-5 e 36 punti) mentre al terzo posto troviamo gli olandesi Bennen-Weijers a53 punti autori oggi di un primo posto nella decima prova.

Questo il commento del Tecnico Federale Gigi Picciau: “Molto bene la prima prova con una buona partenza e una buona conduzione di gara. La seconda invece è iniziata male con una brutta partenza: Simon e Jas erano all’incirca a centro della linea in leggero ritardo e non riuscivano a trovare la posizione per partire. I due hanno quindi percorso tutta la linea fino a dover strambare e tornare indietro mura a sinistra mentre il resto della flotta tagliava la linea di partenza.

Dopo aver poggiato dietro a tutte le imbarcazioni i ragazzi sono riusciti finalmente a partire, ma è molto difficile essere dalla parte giusta quando hai tutti davanti e così la prima bolina è stata un vero disastro. Non hanno mollato e hanno continuato a combattere, riuscendo a rimontare un poco alla volta fino a tagliare il traguardo al 6° posto. Ciò che distingue questo equipaggio è la grande determinazione e il non mollare mai. Comunque va bene così anche perché la coppia neozelandese è rimasta a 22 punti di distacco. Domani è un giorno molto importante – ha terminato Picciau – e ci aspettiamo grande battaglia, i padroni di casa non hanno nessuna intenzione di mollare e cercheranno di sfruttare il nostro minimo errore per recuperare terreno.”

Dopo il tecnico è toccato a Simon Sivitz Kosuta fare il punto sulla giornata appena conclusa: “Abbiamo fatto una buona prima prova grazie a una buona partenza. Siamo andati dalla parte giusta e abbiamo mantenuto il distacco fino alla fine. La seconda non è andata bene, eravamo un po’ stanchi, siamo partiti subito male e abbiamo fatto tutti i bordi fuori fase. Purtroppo su un campo di regata molto tecnico come questo bisogna fare sempre attenzione, se commetti un errore gli altri se ne vanno e recuperare diventa difficile. Non possiamo dirci soddisfatti di questa prova, non tanto per il sesto posto, che ci può anche stare, ma proprio perché non abbiamo regatato bene.

Le due prove di domani potrebbero essere decisive, siamo pronti e tranquilli e cercheremo di fare bene. L’intenzione è di mantenere il distacco accumulato – ha concluso Simon – anche perché la Medal Race può sempre riservare sorprese, soprattutto su un campo di regata come questo. Ci impegneremo al massimo per chiudere il discorso prima di venerdì”.

Nel 470 femminile, dove non ci sono atlete italiane iscritte, classifica invariata con al primo posto Kyranakou-Kisters (NED), seconde Bochmann-Panuschka (GER) e terze Burnet-Stewart (GBR).

Il Campionato Mondiale 470 Junior è organizzato dal Takapuna Boating Club di Auckland e si concluderà venerdì 3 febbraio, giornata in cui si svolgeranno la Medal Race e la cerimonia di premiazione.

A Auckland è presente il tecnico federale Gigi Picciau.

Leggi anche:

  1. Melges 32 World Championship: in testa sempre Samba ma Fantastica non molla
  2. 420 & 470 Junior European Championship: Day 3 con condizioni impegnative
  3. 420 & 470 Junior European Championship: Day 1
  4. ISAF Youth Sailing World Championships: day 2 con azzurri in crescita
  5. ORCi World Championship: Man secondo in attesa della Bora

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=6975

Scritto da Redazione su feb 1 2012. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab