Home » News, Regate, Sport » SANREMO MINI SOLO: IN REGATA

SANREMO MINI SOLO: IN REGATA

La flotta dei mini 6.50, che da oggi pomeriggio sono impegnati in navigazione solitaria per la Sanremo Mini Solo, è partita alle 14.30. Le previsioni meteorologiche hanno costretto il Comitato Organizzatore a modificare il percorso di regata previsto. Ora, dopo la partenza da Sanremo, la flotta dovrà arrivare a Golfe Juan, in Francia. Da qui rientrerà a Sanremo, passando un cancello e facendo quindi rotta verso l’isola di Bergeggi, per poi tornare all’arrivo a Sanremo.

Il cambiamento è stato fatto per ragioni di sicurezza, com’è stato illustrato dal comitato di regata, nel corso del briefing, che si è svolto in mattinata allo Yacht Club Sanremo.

E’ possibile seguire la regata in diretta online grazie al sistema tracking, che permette di visualizzare in ogni momento la posizione di tutte le imbarcazioni sul sito web: http://www.sgstracking.com/livetrack/sms2012.php realizzato grazie alla collaborazione con S.G.S. automazione.  Altre informazioni sulla Sanremo Mini Solo sono online sul sito dedicato: http://www.oceanitalia.com/SMS/index.php.

Al termine del briefing della regata, allo Yacht Club Sanremo si è svolta anche una cerimonia con la consegna del guidone sociale, dedicata a due navigatori che hanno appena concluso il Giro Italia a Vela.
Si tratta di un’avventura particolare in quanto Egidio Carantini, quarantanovenne di Pavia, è persona non vedente e insieme a Berti Bruss, giornalista triestino, ha deciso di affrontare questa sfida.

Partiti da Trieste lo scorso 25 marzo, Carantini e Bruss hanno affrontato tutti i mari delle coste italiane, per arrivare a chiudere la loro esperienza nella città dei fiori mercoledì. La traversata, contrassegnata dal maltempo, è stata più lunga del previsto proprio perché sono stati persi molti giorni di navigazione.

“Abbiamo deciso di fare il Giro d’Italia a vela insieme – dicono Egidio e Berti – per dimostrare che è possibile, che la disabilità non è un ostacolo e che una persona non vedente in barca può fare tutto o quasi quello che fa un altro marinaio”.
“Il solo problema, paradossalmente, – spiega Egidio – è di notte, con il buio i rumori sono più confusi e vi sono grosse difficoltà se non avessi a fianco Berti”.

“Io, i tuoi occhi, tu l’anima mia” – questo il nome di questa avventura – è stato seguito da un blog e da una pagina Facebook, in cui è possibile trovare tutti i dettagli di quest’esperienza.

Anche la Lega Navale di Sanremo, rappresentata dal suo presidente Ulrico Martinelli, ha presenziato alla cerimonia, giacché Egidio Carantini ha avuto molte esperienze veliche nell’ambito del progetto Homerus, sostenuto da entrambe le associazioni nautiche matuziane.

Foto: J. Robinson

Leggi anche:

  1. SANREMO MINI SOLO: DOMANI LA PARTENZA
  2. 53° CRITERIUM DI PRIMAVERA: tornano gli snipe con la regata storica dello YC Sanremo
  3. SABBATINI VINCE LA SANREMO MINI SOLO
  4. Yacht Club Sanremo: domani partono i Mini 6.50 per la regata in solitario
  5. I MINI 6.50 A SANREMO PER 230 MIGLIA IN SOLITARIA

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=9339

Scritto da Redazione su mag 17 2012. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato allo shipping con un focus sul soccorso in mare e sulla Brexit, il ruolo del porto di Salerno e la "Barletta marinara". Poi un approfondimento sui fari di Brindisi ed uno sul trasporto ad emissioni zero con Emma. E ancora, approfondimenti sulle crociere e sulla sicurezza nei nostri porti.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab