Home » News, Regate, Sport » Groupama vince anche la Bretagne In-port race

Groupama vince anche la Bretagne In-port race

I francesi di Groupama si sono aggiudicati la Bretagne In-port race nelle acque di casa, a Lorient. Con questa vittoria i transalpini hanno ulteriormente consolidato la loro leadership nella classifica generale alla vigilia della nona, ultima e decisiva tappa della Volvo Ocean Race 2011/12. In seconda posizione gli ispano/neozelandesi di CAMPER, che rimangono in terza piazza sul tabellone alle spalle degli americani PUMA, oggi terzi. Quarti gli spagnoli di Telefonica che scendono dal podio provvisorio, quinto Abu Dhabi e sesto Team Sanya. Oggi la partenza dell’ultima frazione, 550 miglia da Lorient fino a Galway in Irlanda.

Su un campo di regata disseminato di centinaia di barche spettatori accorse a sostenere i beniamini locali, i francesi di Groupama sailing team hanno ottenuto la seconda consecutiva nelle acque di casa di Lorient oggi, aggiudicandosi la Bretagne In-Port Race e consolidando la loro leadership nella classifica generale. Franck Cammas e il suo equipaggio hanno ottenuto sei punti che portano il loro bottino totale a 225, ossia con 25 punti di margine sui più immediati rivali di PUMA, oggi terzi, quando mancano solo due prove, la nona tappa e la In-port finale di Galway,  36 punti ancora da assegnare e tre team racchiusi in soli sei punti.

Dopo aver condotto la regata fina dalle prime battute, gli ispano/neozelandesi di CAMPER hanno dovuto cedere il passo ai francesi, chiudendo in seconda posizione e ottenendo 5 punti. Dopo undici prove il loro punteggio è quindi di 196 mentre si trovano in parità al vertice della speciale graduatoria delle In-port race con PUMA. Gli americani guidati da Ken Read, oggi hanno finito terzi, con 4 punti parziali e restano dunque sul secondo gradino del podio provvisorio. Gli spagnoli di Team Telefónica sono riusciti a rimontare dall’ultima posizione fino alla quarta e sono stati seguiti sulla linea del traguardo da Abu Dhabi Ocean Racing, quinto e da Team Sanya sesto.

Una volta giunto a terra, assediato da una folla di giornalisti, Franck Cammas ha detto: “E’ un giorno bellissimo per noi, specialmente perché non pensavamo proprio di poter vincere, abbiamo gestito bene la regata, non facendo errori. Ma è incredibile essere riusciti a fare così bene, al massimo speravamo in un terzo posto, ci siamo superati. Un giorno felice per Groupama, c’era così tanta gente in mare oggi a Lorient, un’atmosfera stupenda!”

La partenza, non lontano dalla spiaggia di Larmor-Plage, è stata data alle 13.02 in punto in ottime condizioni meteo con sole e una brezza da ovest di circa 12/14 nodi. Il migliore start è stato ad appannaggio di CAMPER. Nel corso del primo lato, la flotta di è divisa in due gruppi. Chiamando una virata perfetta sulla lay-line, il campione di match-race Adam Minoprio ha portato il team guidato dallo skipper australiano Chris Nicholson a girare in testa l aprima boa, con i francesi a seguire e poi PUMA, Sanya, Telefónica e Abu Dhabi, penalizzato da una partenza non brillantissima mure a sinistra. Con una tattica piuttosto aggressiva, che gli è congeniale nelle prove sulle boe e con una stramabta effettuata al momento giusto, lo skipper americano Ken Read riusciva poi a passare Groupama alla seconda boa, per poi scendere nuovamente in terza posizione al passaggio della boa successiva a causa di un errore di manovra da parte del team che non recuperava abbastanza velocemente la scotta del fiocco.

Mentre CAMPER continuava a guidare, nelle retrovie Abu Dhabi riusciva ad approfittare di una minore velocità di Telefónica per portarsi in quarta piazza, mentre Team Sanya era vittima di un problema tecnico e perdeva inesorabilmente terreno. Mentre le barche spettatori, se possibile si facevano ancora più numerose ai lati del campo di regata, tutti e sei i team non lasciavano nulla di intentato per aggiudicarsi i preziosissimi punti della Bretagne In-port race dando vita a una battaglia serratissima, corsa sul filo dei secondi a ogni successivo passaggio di boa. Ma il colpo di scena arrivava a poco meno di un’ora dalla partenza, quando CAMPER che pareva poter chiudere in scioltezza e aggiudicarsi la prova, era sorpassato dal team francese che otteneva la vittoria per soli 13 secondi.

Chris Nicholson, intervistato al termine della regata ha dichiarato: “Mi ci vorrà un’ora  o due per calmarmi. Abbiamo regatato bene, per il 95% del tempo, e ci siamo fatti passare alla dine. Ci sentivamo bene, la pre-partenza è stata buona, abbiamo fatto la maggior parte delle cose nel modo giusto. Abbiamo finito secondi, ma abbiamo recuperato su quelli che ci interessano e poi ci sono ancora molti punti per cui lottare nella nona tappa.”

Sommando i parziali della regata Bretagne In-Port Race, la classifica generale continua ad essere condotta dai francesi di Groupama sailing team saliti a 225 punti, ossia 25 di vantaggio su PUMA Ocean Racing powered by BERG a 200, che tuttavia non potrà certo sentirsi al sicuro visto che grazie al secondo di oggi CAMPER with Emirates Team New Zealand si è avvicinato fino a 196 punti, superando anche gli spagnoli di Team Telefónica, ora dietro di quattro punti a 194. Il terzetto che aspira a salire sul podio, quindi, è separato da una vera inezia dopo undici regate disputate, solo sei punti, il che renderà le ultime due prove ancor più avvincenti.

Il colpo di cannone della nona e ultima tappa della Volvo Ocean Race verrà sparato alle ore 13.02 di oggi, domenica 1 luglio. La frazione 30 punti al primo, 25 al secondo e così via fino a 5 per il sesto, e dunque sarà rilevante per la definizione della classifica generale.

Classifica Bretagne In-port race Lorient:

1. Groupama sailing team, 56:12 (6 punti)
2. CAMPER with Emirates Team New Zealand, +0.13 (5 punti)
3. PUMA Ocean Racing powered by BERG, +0.24 (4 punti)
4. Team Telefónica, +1:34 (3 punti)
5. Abu Dhabi Ocean Racing, +1:48 (2 punti)
6. Team Sanya, +4:45 (1 punti)

Classifica In-port series:

1. CAMPER with Emirates Team New Zealand, 39
2. PUMA Ocean Racing powered by BERG, 39
3. Groupama sailing team, 38
4. Abu Dhabi Ocean Racing, 35
5. Team Telefónica, 23
6.Team Sanya, 15

Leggi anche:

  1. Volvo Ocean Race: Groupama vince la Oeiras In-port race di Lisbona
  2. Abu Dhabi vince l’emozionante PortMIAMI In-port race
  3. Volvo Ocean Race: vittoria di Groupama nella DHL In-port race di Itajaì
  4. Volvo Ocean Race: Team Telefónica vince anche la In-port di Sanya
  5. Team Telefónica vince la V&A Waterfront In-Port Race, domani la seconda tappa

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=10359

Scritto da Redazione su lug 1 2012. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°1

In questo nuovo numero de Il Nautilus vi proponiamo uno speciale sul porto di Trieste con gli ultimi dati e provvedimenti che riguardano le recenti attività dell’Autorità di sistema. Si parla anche dei porti di Civitavecchia, Ancona, Venezia, Napoli, La Spezia, Genova, Cagliari e Porto Torres. Ma si parla anche dei risultati della manifestazione NauticSud che si è svolta a Napoli e di come vengono smaltiti i rifiuti prodotti dalle navi secondo le ultime direttive internazionali.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab