Home » News, Regate, Sport » CAMPIONATI EUROPEI JUNIOR CLASSI 420 E 470: ORO E ARGENTO PER L’ITALIA

CAMPIONATI EUROPEI JUNIOR CLASSI 420 E 470: ORO E ARGENTO PER L’ITALIA

Nel 470 Simon Sivitz Kosuta-Jas Farneti si laureano Campioni Europei Juniores. Per l’Italia medaglia d’argento anche nel 420 con Ferrari-Calabrò (CC Aniene). Ottavo posto nei 470 femminili con l’equipaggio Caputo-Paolillo. Si è trattato di un Campionato Europeo molto combattuto, tanto che a due giorni dalla fine in tutte le classi e categorie i primi due della classifica generale si trovavano in parità di punteggio. Livello tecnico dunque alto con 10-11 nazioni nei primi 12 classificati di entrambe le classi. La manifestazione era organizzata dalla Fraglia Vela Riva.

Classe 470 (under 21) M, 79 equipaggi e 31 nazioni
Nella finalissima di oggi, la medal race, i campioni del mondo juniores in carica Sivitz Kosuta-Farneti hanno controllato i diretti avversari e hanno chiuso al quarto posto, sufficiente per aggiudicarsi il titolo Europeo Junior 470 in scioltezza; problemi invece per i diretti avversari, i francesi Peponnet-Berthier, che hanno avuto un’avaria tecnica alla prima bolina e hanno chiuso la medal race decimi. Ne hanno approfittato gli inglesi Wood e Brayashaw, che vincendo la finalissima (che vale doppio punteggio), sono riusciti a superare i francesi, aggiudicandosi l’argento.

“Jas e Simon concludono la loro esperienza juniores con il massimo di titoli che potevano: europeo e mondiale juniores rappresentano una grande conferma. Il resto del gruppo c’è; lavorando può dare belle soddisfazioni alla Federazione oltre che per se stesso” ha commentato soddisfatto il tecnico Matthia Antonaz.

470 Femminile, 29 equipaggi e 17 nazioni
Vittoria conquistata grazie ad un’eccellente medal race per le tedesche Bochmann-Panuschka. Argento per le francesi Mellaitre-Retornaz e bronzo per le inglesi Freeman-Tomsett. Ottavo posto finale per le italiane Caputo-Paolillo.

Classe 420 (under 19), 113 equipaggi e 20 nazioni
Finale al cardiopalma per la classe 420 con l’ultima regata – la dodicesima – che decideva il colore di medaglia soprattutto tra i primi due della vigilia, i francesi Pirouelle-Sipan e gli azzurri Ferrari Calabrò. Fino a metà della regata sembrava che l’oro potesse andare agli italiani, ma nella seconda parte – un vero e proprio match race tra i due equipaggi- i francesi hanno guadagnato qualche posizione e sono riusciti a distaccare Ferrari-Calabrò, che concludono questo Campionato Europeo Junior 420 con la medaglia d’argento. E’ stato un Campionato davvero combattuto e i vincitori, favoriti alla vigilia come campioni europei juniores in carica, terzi ai mondiali Youth ISAF, nonchè secondi ai Mondiali Assoluti 420 disputati 10 giorni fa in Austria, hanno dovuto lavorare molto per guadagnarsi l’oro. Bronzo agli spagnoli Charles. Vittoria di riscatto nell’ultima regata per Franceso Rebaudi, costretto a cambiare prodiere dopo le qualifiche.

Il commento del tecnico Stefano Marchetti:”E’ stata un’ultima giornata molto emozionante, ma siamo molto contenti di questo argento che ha un grande favore tecnico. Hanno vinto i francesi con pieno merito. Ferrari-Calabrò hanno fatto il meglio che potevano e vengono ripagati di una stagione che a livello internazionale non è andata bene. Per noi italiani è sempre stato difficile vincere sul Garda Trentino, ma i ragazzi hanno dimostrato maturità nel regatare nonostante siano molto giovani (16 anni). Ringrazio gli allenatori di club che hanno preparato i ragazzi in squadra, primo tra tutti, ma non unico Paolo Mariotti (allenatore di Ferrari-Calabrò) e tutti quelli presenti che hanno collaborato fattivamente per creare una squadra unita in cui c’è stata vera collaborazione”.

“Siamo molto soddisfatti per essere riusciti ad organizzare ancora una volta un evento europeo dal così alto livello tecnico-agonistico – ha commentato poco prima delle premiazioni il Presidente della Fraglia Vela Riva Mauro Stanga – La formula vincente data da sole, vento e uno staff tecnico al circolo che riesce ad affrontare con disinvoltura i grandi appuntamenti, ha permesso una felice conclusione di un Campionato Europeo, che ha impegnato tutti per oltre 10 giorni tra stazze, iscrizioni e regate effettive. 250 equipaggi partecipanti per un totale di 500 ragazzi, 76 coach, 30 tra giudici, stazzatori e persone in Comitato di regata, 8 posaboe, 14 boe, più uno staff a terra di altre 15 persone sono i numeri che riassumono lo sforzo organizzativo di questo evento. La Fraglia Vela Riva, grazie anche alla collaborazione dei circoli del Garda Trentino che mettono a disposizione alcuni mezzi in eventi di così ampia portata, ha aggiunto un nuovo prestigioso Campionato ai grandi eventi della sua appassionante storia di vela, dedicata soprattutto alle derive e ai giovani. desidero ringraziare tutto lo staff a terra e in acqua che ha lavorato duramente, ma con passione in questi giorni di ferragosto” ha concluso Mauro Stanga.

Leggi anche:

  1. CAMPIONATI EUROPEI JUNIOR CLASSI 420 E 470: DAY 4 AZZURRI TESTA
  2. CAMPIONATI EUROPEI JUNIOR CLASSI 420 E 470: DAY 3 CON AZZURRI IN CRESCITA
  3. CAMPIONATI EUROPEI JUNIOR CLASSI 420 E 470: OTTIMO INIZIO PER GLI AZZURRI
  4. EUROPEI LASER 4000: VINCONO BOYDE-HOOPER (GBR). BRONZO PER RADICE-DELL’ORO
  5. 420 & 470 Junior European Championship: Day 1

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=11170

Scritto da Redazione su ago 18 2012. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab