Home » News, Regate, Sport » ALBA MEDITERRANEA, LA PRIMA IMBARCAZIONE SOCIAL ORIENTED, IN NAVIGAZIONE VERSO IL CIRCOLO DELLA VELA DI BRINDISI

ALBA MEDITERRANEA, LA PRIMA IMBARCAZIONE SOCIAL ORIENTED, IN NAVIGAZIONE VERSO IL CIRCOLO DELLA VELA DI BRINDISI

Continua la collaborazione tra l’Associazione di promozione sociale Alba Mediterranea e il Circolo della Vela di Brindisi per la promozione e l’attuazione di interventi di avvicinamento all’attività di vela da parte di persone svantaggiate.E’ ancora forte l’eco della mirabile ed epica avventura che ha visto l’equipaggio e l’imbarcazione di Alba Mediterranea posizionarsi al 2° posto della categoria in occasione della 27° regata internazionale Brindisi-Corfù.

Parte domenica 2 Dicembre, dal Circolo della Vela di Brindisi – Porto Turistico di Brindisi, il progetto, promosso dal Dipartimento Giustizia Minorile – Centro Giustizia Minorile di Bari – e finanziato dalla regione Puglia, “ ANCHE NOI IN BARCA” che prevede un percorso di avvicinamento al mare e alla barca a vela, strutturato in un corso pratico-teorico con uscite in mare.

L’iniziativa si sostanzia difatti in una esperienza formativa d’ aula (con personale tecnico formato, esperti socio-educativi, skipper e psicologi esperti di processi riabilitativi) ed esperienze pratiche in mare (con skipper, accompagnatori, psicologi/terapisti e councelorpsico-sociologico) su imbarcazioni a vela allo scopo di favorire e studiare il cambiamento di un gruppo di soggetti a rischio di devianza/emarginazione nel corso di un periodo in cui tali soggetti, operatori e personale specializzato vivono una particolare esperienza di vita comune, in grado di favorire la socializzazione e lo sviluppo delle autonomie personali.

Come sostenuto dal Presidente del Circolo della Vela di Brindisi, L. Georgevich “la navigazione in barca a vela, offre l’opportunità di creare una sorta di “microsistema” in cui si combinano variabili fisiche, cognitive, emotive, socio-relazionali”.

La partecipazione a corsi di vela e alla vita di mare comporta effetti positivi sia dal punto di vista fisico che sociale e psicologico, aiutando i destinatari del progetto a migliorare le proprie potenzialità, a scoprirne delle nuove nonché ad aumentare la convinzione nei propri mezzi creando conseguenze positive nelle loro condizioni di vita.Il “terreno” su cui agirà questo percorso è il mare, il mezzo è la barca a vela. Insieme sono uno straordinario ed utile luogo dell’educare.
Grande entusiasmo da parte del Direttore del Centro giustizia Minorile per la Puglia, Francesca Perrini, che ha fin da subito sostenuto la validità e l’importanza di questo percorso: “la collaborazione con l’Associazione Alba Mediterranea permette alla Giustizia Minorile di mettere in campo nuovi strumenti ed interessanti metodologie per l’inclusione sociale dei minori a rischio di devianza, vorrei ricordare che l’equipaggio di Alba Mediterranea che si è piazzato al 2° posto alla regata internazionale Brindisi-Corfu’ era formato anche da un nostro utente seguito dall’USSM di Lecce”.

L’Attività di vela promossa dal progetto “Anche noi in barca”, rientra in un Protocollo di intesa sottoscritto dal Centro Giustizia Minorile di Bari con l’Assessorato regionale allo sport, finalizzato a garantire la pratica sportiva quale opportunità di sana socializzazione. Il progetto è riservato a soggetti (14-21 anni), in carico all’Ufficio di Servizio Sociale per i Minorenni (USSM) di Lecce, Sez. USSM di Brindisi e residenti nella provincia di Brindisi, e verrà realizzato dall’Associazione Alba Mediterranea nel periodo Dicembre 2012-Febbraio 2013.

“ALBA MEDITERRANEA”, Associazione di Promozione Sociale, nasce con l’intento di promuovere l’attività velica come supporto educativo al disagio fisico, psichico e sociale. La barca è un piccolo mondo dove per stare in armonia c’è bisogno della partecipazione di tutti. Per navigare insieme bisogna diventare equipaggio e quindi condividere delle regole e rispettarle. Noi crediamo – come dichiarato dal Presidente di Alba Mediterranea, Mimmo Prisciano – che navigare sia un modo per imparare a stare insieme, per riscoprire valori importanti e fondamentali come la collaborazione, l’aiuto reciproco, la solidarietà, il senso di responsabilità verso gli altri, l’amore per la natura. Il mare, la barca, l’equipaggio, l’avventura. Su questi elementi si sviluppa l’attività organizzata dall’Associazione di Promozione Sociale Alba Mediterranea.

Leggi anche:

  1. Alba Mediterranea, la prima imbarcazione Social Oriented, in navigazione verso Gallipoli
  2. Circolo della Vela Brindisi: diplomi per la scuola vela e programmazione della prossima stagione
  3. GRANDE PIAZZAMENTO DI ALBA MEDITERRANEA ALLA BRINDISI-CORFU’: SECONDI DELLA CATEGORIA HOLIDAY
  4. Circolo della vela di Brindisi: raduno regionale Optimist
  5. Circolo della Vela Brindisi: cerimonia di fine corso del progetto Velascuola

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=12729

Scritto da Redazione su nov 30 2012. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato a Canale Pigonati di Brindisi; la storia, le potenzialità, le attuali richieste per il suo allargamento al fine di agevolare l’entrata nel porto interno delle grandi navi da crociera. Poi articoli sulle Zes, porti di Ancona, Bari, Campania ma anche le professioni del mare, il lavoro portuale nelle sue specificità ed un interessante racconto del porto di Salerno che nel Mediterraneo rappresenta un ponte tra Oriente ed Occidente.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab