Home » News, Regate, Sport » VENDEE GLOBE: TESTA A TESTA NEL SUD PACIFICO

VENDEE GLOBE: TESTA A TESTA NEL SUD PACIFICO

Continua il confronto ravvicinato tra Le Cléac’h e Gabart, i velisti francesi che occupano le prime due posizioni della classifica della Vendee Globe, il giro attorno al mondo a vela in solitario. Alle 10.00 UTC di oggi, Le Cléac’h aveva un vantaggio di 14 miglia sul connazionale Gabart. Entrambi si trovano in una zona caratterizzata da venti leggeri che al momento consentono loro velocità tra i 10 e 11 nodi.

Per i due francesi, che hanno scelto una rotta più a sud, le condizioni meteo dovrebbero cambiare entro domani, quando è previsto l’arrivo di una bassa pressione che porterà vento da nord-ovest di intensità superiore ai trenta nodi. I due inseguitori più vicini Dick (FRA) e Thomson (GBR), che navigano a una velocità superiore e stanno guadagnando terreno, hanno un distacco rispettivamente di 574 e di 941 miglia.

Più distanti gli altri concorrenti con Le Cam (FRA), quinto della classifica, che accusa un ritardo di oltre 1935 miglia dal leader. Continuano i lavori di riparazione all’idrogeneratore per Stamm. Lo svizzero, a causa del forte vento e del moto ondoso, la scorsa notte ha dovuto spostare la barca che aveva ancorato davanti a Murdering Beach, vicino Dunedin, e gettare l’ancora dinanzi a Allan’s Beach (Wharekakthu Island). Stamm, durante una comunicazione via radio, ha detto che spera di poter riprendere la navigazione nella giornata di oggi.

Alessandro Di Benedetto, unico italiano in regata, resta in ultima posizione a poco meno di 790 miglia da De Lamotte che lo precede in classifica.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=13110

Scritto da su Dic 27 2012. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab