Home » News, Regate, Sport » Adria Ferries ORCi World Championship: Enfant Terrible-Audi Domina di scena nelle acque di casa

Adria Ferries ORCi World Championship: Enfant Terrible-Audi Domina di scena nelle acque di casa

Abituale frequentatore dei campi di regata statunitensi, dove è ormai protagonista indiscusso tra le boe della classe Farr 40, l’Enfant Terrible Sailing Team è nelle acque amiche di Ancona, pronto per affrontare uno degli eventi clou del calendario agonistico internazionale: l’Adria Ferries ORCi World Championship.

Già campione iridato di vela d’altura nel 2011 a Cres e nel 2012 a Helsinki, l’equipaggio di Alberto Rossi tenterà di difendere il doppio alloro regatando a bordo di Enfant Terrible-Audi Domina, un TP52 dai trascorsi gloriosi. Un obiettivo non facile, vuoi perchè confermarsi ai massimi livelli non è mai cosa agevole e scontata, vuoi perchè l’evento, fortemente voluto dall’armatore anconetano e organizzato da Marina Dorica, presenta una entry list di livello assoluto. Diversi sono infatti i team accreditati dei favori della vigilia, a partire dai TP52 Hurakan e Aniene, armati rispettivamente da Marco Serafini e Giorgio Martin, per arrivare al Cookson 50 Calypso di Piero Paniccia che, appena una settimana fa, ha vinto il Trofeo Stecconi, evento organizzato dalla SEF Stamura di Ancona e valido come prologo della rassegna iridata.

Un successo ottenuto mentre l’Enfant Terrible Sailing Team era a Newport, dove ha vinto la seconda tappa consecutiva del Farr 40 International Circuit Championship dopo quella di Annapolis.

Rientrati in Italia già nella nottata di domenica scorsa, gli uomini di Alberto Rossi si sono immediatamente dedicati alla messa a punto della barca, acquisita a inizio anno e impiegata per i primi test nelle acque di Porto San Giorgio e di Lignano Sabbiadoro: “Quella appena trascorsa è stata una settimana intensa: abbiamo effettuato tutti i controlli previsti dalla check list, completato le verifiche di stazza e lavorato sulla messa a punto e sull’elettronica – spiega Daniele Cassinari, stratega e team manager di Enfant Terrible-Audi Domina – Devo fare un plauso a tutto il team, che ha profuso uno sforzo collettivo importante per mettere la barca in assetto, permetterci di verificare la correttezza delle centrature e prendere confidenza con il campo di regata”.

Un campo di regata che l’armatore Alberto Rossi conosce molto bene, essendo quello di casa: “Respirare aria di casa alla vigilia di un Campionato del Mondo è al tempo stesso piacevole ed emozionante. Non sembra passato poi così tanto tempo da quando è nata l’idea di portare il Mondiale ad Ancona e ora che il via della prima regata è lontano ore, non giorni, sento forte il desiderio di scendere tra le boe per onorare l’evento e dare il meglio per tentare di allungare la striscia di successi dell’Enfant Terrible Sailing Team”.

Le regata valide per l’Adria Ferries ORCi World Championship inizieranno oggi alle 11.55 e si concluderanno sabato prossimo. Sono previste un massimo di nove prove: sette sulle boe e una costiera utile ad assegnare due risultati. Uno scarto sarà concesso dopo lo svolgimento della settima regata.

Per l’occasione, a bordo di Enfant Terrible-Audi Domina sarà impegnato un equipaggio composto da alcuni tra i nomi più noti della vela italiana e internazionale. Alberto Rossi, impegnato a bordo come timoniere, conterà sull’esperienza di Michele Paoletti (tattico), Daniele Cassinari (stratega), Daniele Fiaschi (volanti), Francesco Mongelli (navigatore), Giovanni Cassinari (randista), Claudio Celon (trimmer), Gaetano Figlia di Granara (trimmer), Roberto Strappati (jolly), Pietro Mantovani (grinder), Federico Giovannelli (grinder), Francesco Pizzuto (pitman), Jacopo Bagnaschi (midbow) e Alberto Fantini (prodiere). L’attività del team è coordinata dal coach Marco Capitani.

Short URL: https://www.ilnautilus.it/?p=16088

Scritto da su Giu 24 2013. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab