Home » News, Regate, Sport » HURAKAN SUL TETTO DEL MONDO

HURAKAN SUL TETTO DEL MONDO

Hurakan Racing, il TP 52 di Marco Serafini con Michele Regolo al timone e Tommaso Chieffi alla tattica è il nuovo Campione del Mondo ORC International. Hurakan vince senza discussioni, allungando ad ogni prova e blindando così nel miglior modo possibile la leadership conquistata nella giornata di ieri.

Una cavalcata vincente che nasce da prestazioni di altissimo livello tanto dell’equipaggio quanto dell’imbarcazione TP52 cresciute di prova in prova sotto la regia di un ispiratissimo Tommaso Chieffi che ha saputo trasmettere tutta la propria esperienza ad un team compostosi da pochi mesi e chiamato subito al primo banco di prova contro avversari fortissimi e certamente più accreditati alla vigilia.

La cronaca dell’ultima giornata, durissima nei 20 nodi iniziali con onda ripida, è tutta racchiusa nel duello ravvicinato tra Hurakan e Calipso IV, il Cookson 50 con chiglia basculante di Piero Paniccia, compagno di club (Circolo Velico Portocivitanova) di Marco Serafini. Il margine di 6 punti alla vigilia dell’ultima giornata non era in alcun modo una garanzia dato che con il compimento della settima prova subentrava lo scarto della prova peggiore, il che equivaleva al rilancio delle azioni di Calipso IV azzerando di fatto qualsiasi divario in classifica (scartando Calipso IV un ventesimo posto quale peggior risultato fino a quel momento).

Ma la voglia di vincere e la freddezza di tutto il team di Hurakan Racing è stata più forte di qualsiasi dubbio e Hurakan ha saputo non solo difendersi ma anche attaccare i diretti avversari ad ogni metro imponendo di fatto il proprio ritmo.

Così, la gioia infinita di tutto il team Hurakan esplode sulla linea di arrivo dell’ultima delle tre prove odierne senza nemmeno aspettare i calcoli del computer per il conteggio dei tempi corretti a seguito di una prestazione maiuscola in cui il divario tra Hurakan e Calipso si conta in più di due minuti in tempo reale, margine ampiamente sufficiente a risolvere qualsiasi dubbio e calcolo.

Leggi anche:

  1. ADRIA FERRIES ORCi WORLD CHAMPIONSHIP: HURAKAN D’AUTORITA’, LOW NOISE SI CONFERMA
  2. HURAKAN SU TUTTI ALLA VIGILIA DELL’ULTIMA GIORNATA
  3. HURAKAN: TROFEO STECCONI ULTIMA PROVA GENERALE PRIMA DEL MONDIALE
  4. TOMMASO CHIEFFI A CIVITANOVA PER L’ITALIAN CUP A BORDO DI HURAKAN
  5. Melges 24 World Championship: Quantum Sails e Gullisara sul tetto del mondo

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=16222

Scritto da Redazione su giu 29 2013. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato allo shipping con un focus sul soccorso in mare e sulla Brexit, il ruolo del porto di Salerno e la "Barletta marinara". Poi un approfondimento sui fari di Brindisi ed uno sul trasporto ad emissioni zero con Emma. E ancora, approfondimenti sulle crociere e sulla sicurezza nei nostri porti.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab