Home » News, Regate, Sport » 52 SUPER SERIES: NELLA BONACCIA AZZURRA E’ TERZA

52 SUPER SERIES: NELLA BONACCIA AZZURRA E’ TERZA

Azzurra è terza dietro a Gladiator e Quantum dopo la seconda giornata della Royal Cup di Ibiza, secondo evento in Mediterraneo della 52 Super Series. Le previsioni meteo odierne davano vento molto leggero e così è stato. La flotta è stata chiamata a uscire un’ora prima per cercar di sfruttare la probabile finestra tra mezzogiorno e le due del pomeriggio, ma non è bastato. La Principal Race Officer, Maria Torrijo, ha tentato una prima volta di dare la partenza alle 14,30 ma poi si è dovuto attendere un’altra ora per dare il via con un vento che dai 6-7 nodi è sceso a 3,5-4 costringendo ad accorciare il percorso al termine della seconda bolina.

Azzurra è partita bene sul pin ed ha fatto un ottimo bordeggio, ma l’aria così leggera non è quella adatta alle barche di nuova concezione, per cui ha iniziato ad accumulare ritardo, girando la prima boa in contemporanea con Quantum seppur al quinto posto. Al comando Gladiator, imbattibile con aria leggera, seguito da Provezza, team turco con l’olimpionico britannico Nick Rogers al timone, terzo Ran. Nel lato di poppa Azzurra ha strambato prima per spaiare con Quantum e Ran, che hanno proseguito. La scelta non ha però pagato, mentre Rio pescava il refolo vincente iniziando un recupero che lo porterà a un inaspettato secondo posto finale. Nella seconda bolina, anche Azzurra riusciva a recuperare lunghezze, bordeggiando nel vento impalpabile sulla sinistra del campo, presentandosi all’arrivo di bolina nuovamente appaiata a Quantum. Le mure a sinistra non le permettevano tuttavia di mettere la sua prua davanti agli americani.

Una giornata ad alta tensione nervosa, dunque, al termine della quale Azzurra è terza a soli due punti da Quantum, il suo concorrente più diretto per la vittoria della 52 Super Series.  La regata costiera, prevista per domani, è spostata a venerdì. Domani si cercherà di aumentare il numero di prove effettuando regate a bastone con partenza alle ore 12. Sui siti www.azzurra.it e www.52superseries.com è disponibile il Virtual Eye con commento in inglese, mentre sulla pagina Facebook e sull’account Twitter di Azzurra verranno postati gli aggiornamenti direttamente dal campo di regata.

Dichiarazione del giorno

Paul “Flipper” Westlake, randista: “E’ stata una giornata difficile, perché avremmo dovuto partire a mezzogiorno e invece ci sono volute ore di attesa per via della bonaccia.Tuttavia siamo riusciti a fare alcuni test di velocità con Quantum e Ran provando differenti opzioni di messa a punto per l’aria leggera, e siamo soddisfatti delle nostre performance. Quando però il vento è sceso sotto i 4 nodi le cose sono state molto più difficili per noi, mentre Gladiator ha dimostrato di essere il migliore in queste condizioni. Tuttavia siamo rimasti  sempre molto vicini a Quantum e Ran, domani è un altro giorno e vedremo di far qualcosa in più”.

Royal Cup Marina Ibiza,Standings after Day 2

1 Gladiator, GBR, Tony Langley 7pts (2,4,1)?
2 Quantum Racing, USA, Ed Baird 10 pts (1,5,4)?
3 Azzurra, ITA, Alberto Roemmers, 12pts (5,2,5)?
4 Rán Racing, SWE, Niklas Zennström 12pts (3,3,6)?
5 Interlodge, USA, Austin and Gwen Fraogmen, 13 pts (4,1,8)?
6 Provezza, TUR, Ergin Imre, 17pts, (6,8,3)?
7 Rio, USA Manouch Moshayedi, 17pts, (8,7,2)?
8 Paprec, FRA, Jean-Luc Petithuguenin 20pts, (7,6,7)

Foto:Jesus Renedo/Azzurra

Leggi anche:

  1. 52 SUPER SERIES A IBIZA, AZZURRA NEL GRUPPO DI TESTA
  2. 52 SUPER SERIES: AZZURRA CHIUDE TERZA A BARCELLONA
  3. 52 SUPER SERIES: AZZURRA MANTIENE IL COMANDO
  4. 52 SUPER SERIES: AZZURRA COMBATTE PER LA LEADERSHIP
  5. Audi TP52 Worlds: Azzurra nella bonaccia

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=16308

Scritto da Redazione su lug 4 2013. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab