Home » News, Regate, Sport » La premiazione della Palermo-Montecarlo

La premiazione della Palermo-Montecarlo

La IX edizione della regata d’altomare Palermo-Montecarlo è andata in archivio con l’ultimo atto: la cerimonia di premiazione svoltasi allo Yacht Club de Monaco, alla presenza del suo presidente, SAS il Principe Alberto II di Monaco, che ha affiancato alla consegna dei premi il presidente del Circolo della Vela Sicilia, organizzatore della regata, Agostino Randazzo e altre autorità.

La premiazione, come negli usi del club monegasco, si è poi trasformata in una grande serata di festa per tutti gli equipaggi, con una cena che ha lasciato il posto a danze sfrenate e fiumi di champagne. Si conferma lo spirito della Palermo-Montecarlo, che è regata vera per marinai autentici, e sa trasformarsi in festosa condivisione della passione per la vela.

TUTTI I VINCITORI E I TROFEI DELLA PALERMO-MONTECARLO 2013
La vittoria in tempo reale, che gli anglosassoni definiscono Line Honours, è andata al TP52 Monaco Racing Fleet, armato dallo Yacht Club de Monaco, con Pierre Casiraghi, Guido Miani e Giorgio Martin. Per il successo, a questo equipaggio è stato consegnato dal Principe Alberto II e da Giuseppe Tasca, il Trofeo Giuseppe Tasca d’Almerita, in onore di uno dei fondatori del club palermitano. Sempre in tempo reale, al secondo posto si è classificato il maxi Ourdream del Velaclub Palermo con Alessandro Candela e Maurizio D’Amico, e al terzo Mandolino, Swan 42 di Martino Orombelli con Chicco Isenburg.

La vittoria in tempo compensato nella categoria ORC, la più numerosa, è andata a Extra 1 Lauria, l’X41 dell’armatore Massimo Barranco con Gabriele Bruni, Marco Bruni e un team misto tra Vela del Sud e Club Lauria. A questo equipaggio è stato consegnato, sempre dal Principe Alberto insieme con Agostino Randazzo, il Trofeo Angelo Randazzo, in onore dello storico presidente del club. Al secondo posto della classifica ORC c’è Mandolino, che consolida il primato nella classifica del Campionato Italiano Offshore, e al terzo WB Five, l’X41 del Circolo della Vela Sicilia con Piero Majolino, Pietro D’Alì e alcuni giovani del circolo. La classifica in tempo compensato IRC, vede al primo posto ancora Extra 1 Lauria, davanti a WB Five e al terzi posto Monaco Racing Fleet, il TP52 vincitore in tempo reale. Premiati anche i primi al passaggio del cancello davanti a Porto Cervo, una delle novità di quest’anno: primo posto per Monaco Racing Fleet, secondo per Ourdream, e terzo posto per l’altro maxi in gara, Roma, di Roberto Lauro, con Lorenzo Bortolotti e Furio Benussi, poi ritirato per la rottura di alcune vele, e giunto a Montecarlo a motore.

ARRIVEDERCI AL 2014, CON LA PALERMO-MONTECARLO DEL DECENNALE
Se quest’anno il Circolo della Vela Sicilia ha compiuto 80 anni dalla sua fondazione, nel 2014 lo stesso traguardo sarà tagliato per la nascita della sede sociale, e accompagnato dalla X edizione della Palermo-Montecarlo. Un appuntamento importante, che merita molte novità e attenzioni. Tra le prime certezze sulla prossima Palermo-Montecarlo, c’è l’ospitalità e le varie cerimonie presso la nuova sede dello Yacht Club de Monaco, attualmente in costruzione. Un progetto dell’archistar Norman Foster, considerata già la “cattedrale” degli yacht club per grandezza e bellezza degli spazi.

Leggi anche:

  1. IX Palermo-Montecarlo: primo in reale il TP52 Monaco Racing Fleet
  2. IL CIRCOLO DELLA VELA SICILIA FESTEGGIA 80 ANNI CON LA COPPA AMERICA E LA PALERMO-MONTECARLO
  3. VII Palermo-Montecarlo: i vincitori
  4. Palermo-Montecarlo: line honour per Esmit Europa 2
  5. Partita la Palermo-Montecarlo

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=17206

Scritto da Redazione su ago 27 2013. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ad Assologistica e alle idee per il futuro messe insieme dall’associazione di categoria: le commissioni interne hanno espresso i loro orientamenti in maniera dettagliata e su questo tracciato si disegnano le decisioni future. All’interno di questo numero troverete anche tante informazioni sui porti di Livorno, Piombino, Trieste, Civitavecchia, Venezia e Genova ma anche le direttive internazionali sull’utilizzo di Gnl per uso energetico e la Brexit.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab