Home » News, Regate, Sport » PIU’ VELA PER TUTTI: I FRATELLI MONTEFUSCO VINCONO LA REGATA NO TAP DI SAN FOCA

PIU’ VELA PER TUTTI: I FRATELLI MONTEFUSCO VINCONO LA REGATA NO TAP DI SAN FOCA

I fratelli Montefusco, Sandro e Paolo, pluricampioni mondiali di vela, passano da Otranto, partecipano alla seconda regata del Campionato “Più vela per Tutti” promosso dall’Assonautica di Lecce e vincono. Succede così, quando la classe non è acqua. Le barche fortunate nell’ospitarli, e quindi nel vincere, sono già di per sé le più performanti e sono “Acquaria”, il Dufour38 di Massimo Andreano e “Maria Ludovica”, il Salona 37 di Leonardo Pascali.

Quest’ultima ha partecipato al campionato mondiale di quest’anno. Si è trattato di un vero e proprio duello, che si è svolto ieri durante la lunga Otranto-San Foca a cui ha partecipato la consueta flotta di 18 barche. Lungo le poco più di dieci miglia, e con un vento da Nord costante sui 10 nodi, il distacco dalle barche capitanate dai fratelli Montefusco dal resto della flotta è avvenuto poco dopo la partenza. “Maria Ludovica”, con a bordo Paolo M., è partita con qualche minuto di ritardo ma ha raggiunto la sua concorrente e duellando e con soli 6 minuti di differenza ha tagliato per prima il traguardo. Ma il tempo compensato del Rating Salentino ha impalmato come vincitrice “Acquaria”, con a bordo Sandro M., che si è aggiudicata il primo posto nella classifica in compensato e primo di categoria A.

Per chi ieri mattina transitava sulla costa tra Otranto e San Foca, magari qualche pescatore seduto su uno scoglio con la canna, lo spettacolo doveva essere interessante: un’intera flotta verso Nord e quattro barche, due a due, separate dal resto in duelli solitari. Perché quello tra i fratelli Montefusco non è stato l’unico duello adrenalinico, ieri c’è stato un vero e proprio mach race tra i due j24 acerrimi nemici: “Il Gabbiere” versus “Canarino Feroce”. Dieci miglia di bordeggi stretti, con una distanza di poco meno di cento metri che si annullava per l’alternanza dei sorpassi.

Entrambi gli equipaggi potevano sentire il fiato sul collo dei concorrenti. Solo sei secondi di differenza al taglio del traguardo, un finale al fotofinish, ed è “Canarino Feroce” che ha cantato vittoria, aggiudicandosi il terzo posto in compensato e il primo nella categoria C. E per le premiazioni grande festa nella sede della Lega Navale di San Foca, tutti i regatanti hanno potuto apprezzare la cortesia e l’efficienza del presidente Francesco Mazzotta come perfetto padrone di casa. Così come tutti i regatanti hanno issato sulla propria barca il vessillo della NO TAP, fieri di appoggiare la battaglia ambientalista contro il gasdotto che dovrebbe approdare a San Foca.

Premiati II giornata di Campionato, in compensato:

Categoria A_”Acquaria” (Dufour38)
Categoria B_”Canarino Feroce” (j24)
Categoria C_”Gift” (Sun Light30)

Classifica Generale in compensato:

1.    “Il Gabbiere”, 5 punti
2.    “Canarino Feroce”, 6 punti
3.    “Red Fox”, 7 punti

Prossimo appuntamento per la terza regata: domenica 10 novembre.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=18206

Scritto da su Ott 29 2013. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab