Home » News, Regate, Sport » Campionato Invernale di Anzio e Nettuno

Campionato Invernale di Anzio e Nettuno

Previsioni di burrasca sul Tirreno Est e venti forti ben oltre i 30 nodi, ma ancora una volta il campo di regata del golfo di Anzio, grazie alla sua particolare conformazione, ha regalato una ennesima giornata di vela. Sul campo di regata, di lunghezza di circa 8 miglia, posato magistralmente dal Comitato presieduto da Mario De Grenet, le condizioni erano di vento da N/NE con intensità tra i 12 ed i 15 nodi con mare calmo e senza pioggia. Nella flotta ancora un primo posto di Raggio di Sole, il First 40.7 di Luciana Fiumara, con Meridiana, il Salona 41 di Sergio Liciani, che nonostante il primo posto in reale non riesce ancora ad imporsi in compensato.

Splendido terzo posto per Petrilla, il First 35 di Velanelamente Asd timonato da Edoardo Barni. Tra gli Half ton ancora un primo posto per Loucura di Fabrizio Gagliardi. Grandi battaglie e distacchi a volte ridottissimi (in 15 secondi in compensato ci sono ben 4 imbarcazioni), questo la dice lunga sul livello sempre migliore di equipaggi e mezzi.

Nei J24, con ben 8 prove all’attivo, egemonia di Ignazio Buonanno seguito ancora da Don J, timonato dal campione ungherese Farkas Litkey, seguono Gianni Riccobono, Pietro Massimo Meriggi e Marco Vincenti.

Foto: Carta

Leggi anche:

  1. Campionato Invernale di Anzio e Nettuno
  2. XXXVIII CAMPIONATO INVERNALE ANZIO E NETTUNO: L’AVVISO DI BURRASCA FERMA LE REGATE 2012-2013
  3. INVERNALE D’ALTURA DI ANZIO-NETTUNO: I RISULTATI DELLA 2ª GIORNATA
  4. Campionato Invernale Anzio-Nettuno: domenica il via
  5. FINE DEL CAMPIONATO INVERNALE MAHYMA DI ANZIO E NETTUNO

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=18755

Scritto da Redazione su dic 2 2013. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab