Home » Altro, News, Sport » Campionati veneti: 13 ori per i venziani, a squadre primeggia San Donà

Campionati veneti: 13 ori per i venziani, a squadre primeggia San Donà

Cala il sipario sull’edizione 2014 dei Campionati regionali di canoa velocità, appena conclusisi, assieme alle gare di Canoagiovani e Paracanoa, ad Auronzo di Cadore (Belluno). Sul lago di Santa Caterina si sono sfidate 14 società venete (dalle province di Venezia, Treviso, Rovigo e Verona) e 163 atleti, 128 dei quali nella Canoagiovani (8-14 anni) che, pur non assegnando titoli, ha avuto un ruolo centrale occupando tutta la mattinata odierna.

Nel primo pomeriggio assegnati poi altri 21 titoli di campioni regionali veneti – dopo i 19 del sabato – tutti sulla distanza dei 200 metri, con gli equipaggi veneziani a recitare nuovamente la parte del leone con 13 allori (aggiuntisi agli 11 della prima giornata) portati a casa. Nel dettaglio: Canoa Club San Donà 9, Canottieri Diadora 4, Canottieri Treporti e Canottieri Mestre 3, Canoa Kayak Chioggia e Canottieri Querini 2, Canoa Republic uno. Soddisfazioni anche per i team trevigiani (13 titoli: Sport Team Cops Treviso 9, Canoa Club Sile 4), rodigini (2 per il Cc Polesella) e veronesi (Remiera Peschiera).

La classifica a squadre, invece, ha registrato il primo posto del Canoa Club San Donà con 147 punti. A seguire Canoa Cayak Chioggia (132), Canottieri Querini (110), Canottieri Diadora e Canottieri Mestre (86), Sport Team Cops Treviso (82), Canoa Club Mestre (52), Canoe Rovigo (51), Remiera Peschiera (44), Canoa Club Polesella (43), Centro Canoa Beppe Mazza (32), Canottieri Treporti (28), Canoa Club Sile (21), Canoa Republic Outrigger (9).

«Il vento, fortunatamente a favore, ha messo a dura prova i giovani atleti che tuttavia hanno dimostrato un’ottima preparazione grazie al lavoro svolto con i loro tecnici – il commento di Andrea Bedin, direttore sportivo della Venice Canoe – Possiamo dire che, fatte le debite proporzioni, hanno potuto gareggiare in condizioni avverse simili a quelle che sconfisse Josefa Idem alle Olimpiadi Sydney 2000. Quindi possono essere orgogliosi delle loro prestazioni. L’attenzione ora si sposta sulle Gare internazionali del 5-6 luglio ad Auronzo, che ospiterà il più grande appuntamento canoistico mai svoltosi in Italia, escluse prove di Coppa del Mondo, Europei e Mondiali. E ciò non solo per le 12 Nazioni partecipanti e per la presenza anche di atleti scesi in acqua ai giochi di Londra 2012. Numeri e qualità andranno davvero a braccetto come mai negli ultimi tre decenni».

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=22321

Scritto da su Giu 22 2014. Archiviato come Altro, News, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab