peyrani
Home » News, Regate, Sport » Per Enfant Terrible-Minoan Lines è l’ora di Kiel e del Mondiale ORCi

Per Enfant Terrible-Minoan Lines è l’ora di Kiel e del Mondiale ORCi

Poco oltre la metà di una stagione agonistica sino ad ora ricca di soddisfazioni, l’Enfant Terrible Sailing Team si è radunato a Kiel dove, a partire da lunedì, sarà tra i protagonisti dell’ORCi World Championship: un evento con il quale il team capitanato da Alberto Rossi vanta indubbie affinità elettive, avendolo vinto due volte in assoluto – nel 2011 a Cres e nel 2012 a Helsinki – e una volta – nel 2013 ad Ancona – relativamente al raggruppamento owner-driver.

Per preparare al meglio la trasferta, che segue di appena due settimane quella vittoriosa di Santa Barbara, dove il team dell’armatore anconetano si è imposto nel Farr 40 West Coast Championship, l’Enfant Terrible Sailing Team ha raggiunto la cittadina tedesca, sede delle regate valide ai fini dei Giochi della XX Olimpiade, con una settimana di anticipo rispetto all’inizio del campionato. Una scelta lungimirante, perché ha dato modo all’equipaggio di “fare gruppo”, familiarizzando con il campo di regata e testando un’ampia gamma di manovre e assetti che potrebbero rivelarsi di fondamentale importanze in un evento che mescola regate sulle boe a prove costiere.

Inoltre, avendo il tempo dalla propria parte, l’Enfant Terrible Sailing Team ha spuntato tutte le voci presenti nella check list del suo TP52, aspetto da non trascurare alla vigilia di una manifestazione che, nel solo Gruppo A, conterà circa quaranta equipaggi e una lunga lista di atleti che hanno scritto pagine importanti della vela contemporanea.

Alcuni di questi saranno impegnati proprio a bordo di Enfant Terrible-Minoan Lines, guidato tra le boe dalle chiamate di Lorenzo ‘Rufo’ Bressani, già campione iridato nelle classi Melges 24 e Melges 32 e nominato dalla federvela internazionale al titolo di Rolex ISAF World Sailor of the Year. Alberto Rossi conterà inoltre sull’esperienza di Gabriele Benussi (randa), Daniele Cassinari (stratega), Francesco Mongelli (navigatore), Claudio Celon (trimmer), Massimo Gherarducci (grinder) e Federico Giovannelli (grinder).

Tra gli avversari di maggior spessore vanno senza dubbio segnalati il Carkeek 47 Platoon, che a bordo impegnerà Markus Wieser, Victor Marino, Don Cowie, storico randista di Team New Zealand, e Sofuko Kazuhiko; il TP52 norvegese Wolfpack di Thomas Nilsson, quello svedese Blixt Pro Sailing di Thomas Blixt e il Cookson 50 Camilla, che schiera Sandro Montefusco e Simone Ferrarese.

“L’orologio corre veloce e la pressione aumenta: viviamo giornate intense, nella certezza di aver fatto tutto ciò che era nelle nostre possibilità per giungere a questo appuntamento al meglio della condizione – ha confidato un sorridente Alberto Rossi al termine dell’allenamento odierno – Nel corso degli ultimi mesi abbiamo dedicato tempo e risorse nell’ottimizzazione del nostro TP52: è stato un lavoro collettivo, che ha coinvolto, a vario titolo, la quasi totalità dei membri dell’equipaggio. Di più e di meglio credo fosse difficile fare: l’Enfant Terrible Sailing Team ha dalla sua un’ottima barca e un team composto da velisti in grado di fare la differenza”.

“Quella che si avvia alla conclusione è stata una settimana particolare dal punto di vista meteo. Kiel ci ha sorpreso offrendo condizioni di vento tendenzialmente leggero, mare calmo e temperature elevate: una situazione anomala per un campo di regata famoso per essere particolarmente ventoso – ha commentato ‘Rufo’ Bressani, tattico di Enfant Terrible-Minoan Lines – Non abbiamo comunque avuto modo di annoiarci: le uscite sono state proficue, anche perché il trend del meteo sembra destinato a non variare più di tanto, così come le ore dedicate alle messa a punto della barca. Abbiamo cercato di allenarci con qualche altro team, ma sono sembrati tutti molto ‘riservati’, come spesso accade quando si è prossimi all’inizio di appuntamenti così competitivi”.

A rappresentare i colori italiani ci saranno anche i freschi campioni europei di Low Noise, l’M37 di Giuseppe Giuffrè (Duccio Colombi al timone e Lorenzo Bodini alla tattica) e i campioni iridati Corinthian di South Kensington, il First 35 di Alessandro Consiglio (Stefano Pipitone al timone e Ivan Scimonelli alla tattica): entrambe le imbarcazioni saranno impegnate nel Gruppo C.

Organizzato dal Kieler Yacht Club e gestito dal Principal Race Officer Stefan Kunstmann, l’ORCi World Championship si articolerà su un massimo di nove prove: sette su percorso a bastone e due costiere della durata di circa dodici ore. Il campionato, destinato a concludersi sabato 9 agosto, sarà considerato valido se saranno portate a termine almeno quattro regate sulle boe e una di altura, o due regate sulle boe e due di altura. Uno scarto sarà conteggiato dopo l’acquisizione del settimo risultato.

Nel corso dell’ORCi World Championship 2014 a bordo di Enfant Terrible-Minoan Lines, in regata sotto il guidone dell’Ancona Yacht Club, navigheranno Alberto Rossi (armatore-timoniere), Lorenzo Bressani (tattico), Daniele Cassinari (stratega), Francesco Mongelli (navigatore), Gabriele Benussi (randista), Claudio Celon (trimmer), Nicholas Dal Ferro (trimmer), Matteo Stroppolo (freestyler), Massimo Gheraducci (grinder), Federico Giovannelli (grinder), Samuele Nicolettis (pitman), Matteo Mason (comandante/pitman), Roberto Strappati (albero), Marco Carpinello (midbow) e Saverio Cigliano (prodiere).

Leggi anche:

  1. Adria Ferries ORCi World Championship: Enfant Terrible-Audi Domina si conferma ai vertici dell’altura mondiale
  2. Farr 40 US Circuit Championship 2013 – Event: Enfant Terrible-Minoan Lines sul podio di Miami
  3. Farr 40 US Circuit Championship 2013 – Event: Enfant Terrible-Minoan Lines continua la sua scalata
  4. Farr 40 US Circuit Championship 2013: segni di ripresa per Enfant Terrible-Minoan Lines
  5. Enfant Terrible-Minoan Lines alla prova Miami

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=23143

Scritto da Redazione su ago 1 2014. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°3

BRINDISI - In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alle crociere, a livello nazionale ed internazionale, con i nuovi dati di Risposte Turismo: dalla classifica dei porti italiani in base al numero di croceristi alle previsioni per il 2018 con i programmi dei porti già fissati con le grandi compagnie. Poi un focus di Stefano Carbonara sul cyber crimine applicato al mondo dello shopping con lo contromosse necessarie. Da Assologistica arrivano anche le indicazioni per il mondo dei porti e non solo, con tendenze e lacune da colmare. Ad Ancona, Napoli, Trieste, Venezia, Brindisi e Livorno sono dedicati tanti servizi sulle ultime notizie che giungono da questi scali dopo la riforma dei porti..
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab